La scuola di Tim Cook scambia Macbook per ChromeBook

0
162
chromebook

Un bell’affronto per Tim Cook, quando ha scoperto che la scuola superiore che frequentava da ragazzo ha richiesto di poter sostituire i Macbook vecchi con Chromebook Google nuovi di zecca! Ecco i dettagli.

Cosa è successo

La scuola superiore dove Tim Cook ha studiato in Alabama ha sostituito quasi 20mila dispositivi Apple per altrettanti Chromebook prodotti da Lenovo con la nuova tecnologia Google. I gioielli di casa Apple erano stati regalati a ogni studente e a ogni insegnante, in modo che potessero usarlo anche a casa.

Il tutto faceva parte di un piano di investimento per la digitalizzazione, della durata di tre anni, che aveva messo a disposizione del liceo del CEO di Apple quasi 24 milioni di dollari. L’idea del preside e degli altri dirigenti del liceo è stata spendere questa cifra con prodotti più convenienti, ovvero con i Chromebook di Google, dal costo nettamente inferiore, mettendo in permuta i Macbook vecchi.

Il risparmio netto, secondo fonti statunitensi, sarebbe stato di circa il 75%. Un vero affare, non solo per il liceo, ma anche per Lenovo e per Google, oltre ai risvolti pubblicitari derivati da questa scelta: la scuola spenderà solo poco più di 6 milioni di dollari rispetto ai 24 preventivati all’inizio.

Macbook VS Chromebook

Secondo i responsabili, non si tratta di una scelta dovuta solo ai soldi. A dare fastidio a Tim Cook ci sarebbe il fatto che, secondo i dirigenti del liceo, il Chromebook di Google sarebbe più facile da usare e da gestire in casa, rispetto al Macbook. In più, questi modelli durerebbero di più nel tempo, per non parlare del fatto che già prima della loro introduzione, insegnanti e ragazzi stavano già utilizzando le app di Mountain View.

Tutti i progetti si sono così potuti facilmente spostare sul gioiello di Google, senza troppi fronzoli. Il risparmio consentirà alla scuola di non svenarsi per ottenere le ultime tecnologie per la formazione dei ragazzi, almeno secondo la scuola.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Telegram,YouTube o via RSS per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della tecnologia!