Snapdragon Wear: Qualcomm e la rivoluzione del mercato wearable

0
179
snapdragon wear, qualcomm, wearable

Qualcomm è un marchio che tutti gli appassionati di tecnologia hanno sentito più e più volte nel contesto mobile. Il produttore statunitense realizza i cosiddetti SoC (System on a Chip) per molti smartphone e tablet e molti dei suoi prodotti sono spesso utilizzati dai principali top di gamma. Sembra che il marchio stia per lanciare una novità nel settore wearable, cioè della tecnologia indossabile, con Qualcomm Snapdragon Wear.

Snapdragon Wear non è un vero e proprio dispositivo, bensì una piattaforma di sviluppo che getta le basi per la progettazione di una nuova generazione di dispositivi indossabili dotati del nuovissimo SoC Snapdragon Wear 2100. Sembra proprio, come da comunicato Qualcomm, che con questo nuovo SoC sarà possibile realizzare smartwatch più attenti al design e dotati di batteria con autonomia più estesa, oltre a tante ottimizzazioni software e nuovi servizi.

Queste le parole riassunte del vice presidente e responsabile del product management di Qualcomm, Raj Talluri:

“Qualcomm è un leader nel settore della tecnologia indossabile, grazie anche allo Snapdragon 400, che è montato nella maggior parte degli smartwatch al momento sul mercato. Con l’introduzione della piattaforma Snapdragon Wear e del SoC Snapdragon Wear 2100, Qualcomm mira a estendere i suoi progressi permettendo ai produttori di creare dispositivi dal design più esclusivo con autonomia più estesa.”

Snapdragon Wear: Qualcomm e la rivoluzione del mercato wearable snapdragon wear layered smartwatch feature min 300x181 TechNinja

Le caratteristiche del Wear

I punti di forza del Wear 2100 saranno i seguenti:

  • Minore consumo di energia di circa il 25% rispetto allo Snapdragon 400;
  • Dimensioni ridotte di circa il 30%, sempre rispetto alla serie 400;
  • Focus sulla connettività, con modulo LTE integrato, Bluetooth e Wifi a basso consumo di energia
  • Sensori più intelligenti ed evoluti, che garantiscono una precisione molto più elevata rispetto alle serie precedenti

Sembra che LG, assiduo utilizzatore dello Snapdragon 400 nei suoi dispositivi indossabili, stia dando il suo supporto a Qualcomm nello sviluppo e nel successivo testing di questa nuova piattaforma, in maniera tale da poter vantare per prima i vantaggi di questa nuovo evoluzione del settore tecnologico wearable.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e Youtube o via RSS per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della Tecnologia!