La data 1 Gennaio 1970, bloccherebbe gli iPhone

0
4054

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : Space required after the Public Identifier in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : SystemLiteral " or ' expected in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : SYSTEM or PUBLIC, the URI is missing in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Secondo indiscrezioni che stanno circolando in queste ore attraverso il web, ci sarebbe un bug che influenzerebbe il sistema iOS. In poche parole, andando ad impostare una data ben precisa sui nostri device, il 1 Gennaio 1970, questa farebbe bloccare sulla schermata di avvio il nostro dispositivo della melamorsicata. La causa sarebbe dovuta ad un’impostazione per cui il sistema a quel punto “legga” un valore totalmente sballato, inferiore allo zero. Siccome una data non può essere mai in nessun modo negativa, il sistema va in stallo perpetuo.

La data 1 Gennaio 1970, bloccherebbe gli iPhone bug 2 TechNinja

Impostando la data 1 gennaio 1970 gli iPhone si bloccherebbero

 

Questo bug avrebbe influenza solamente sui device più recenti, che hanno un “cuore” a 64 bit, perciò dagli iPhone 5S sino al 6S, iPad Air e recenti, il Mini 2 e iPod di ultima generazione. Non ci sarebbe pericolo invece per i prodotti della mela più “anzianotti”, che montano i processori a 32 bit.

Ora, a chi si domanda quale tipo di soluzione ci sia per poter risolvere il problema, la risposta è..NESSUNA ! Per cui, fate attenzione. Anche attraverso un ipotetico ripristino, attraverso iTunes, non vi è rimedio certo. Secondo esperienze riportate da alcuni sventurati utenti, dopo qualche ora o giorni il device tornerebbe a funzionare normalmente, senza fare nulla. Altre esperienze, invece, indicano che è sufficiente sostituire la SIM card, per far “resuscitare” i melafonini. Comunque, senza saper ne leggere ne scrivere, basta fissare un appuntamento alla Apple Store di riferimento, attraverso il Genius, in modo da farsi sostituire in maniera gratuita il dispositivo.

Se non credete a quanto riportato qui sopra, e siete ancora indecisi se provare o meno a fare questo test, date un’occhiata al video qui sopra..

E voi che ne pensate di questa notizia, che bloccherebbe i melafonini dotati di processori a 64 bit ? Diteci la vostra..

Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Telegram e YouTube o vis RSS per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della tecnologia!