La preferenza degli sviluppatori mobile: iOS vs Android

0
360
la preferenza degli sviluppatori mobile, iOS, Android, App Store, Play Store

Ci sono davvero tanti fattori che portano ognuno di noi a preferire il mondo Apple al mondo Android o viceversa, e sono per lo più fattori estremamente soggettivi. C’è chi preferisce il design dei dispositivi, chi il software e chi il supporto tecnico. Ma cosa preferiscono coloro che creano le app che utilizziamo ogni giorno? Vediamo qual è la preferenza degli sviluppatori mobile.

Sembra proprio che l’App Store di Apple sia una spanna avanti al Play Store di Google in quanto al numero di acquisti di software ed è infatti risaputo che gli utenti Apple spendono di più degli utenti Android. Il problema però sembra essere relativo ad un’altra problematica o meglio, ad un’altra piaga. La pirateria, fenomeno in continua crescita in tutti i settori, sembra essere particolarmente incisivo nel settore mobile, ed è un fattore che gioca a sfavore di Google.

La piaga della pirateria

La caratteristica “open-source” dell’OS del robottino verde sembra essere il più grande punto di forza e al tempo stesso un forte punto debole per Big G. Questa caratteristica rende facilmente violabile il sistema, e ancor più facilmente aggirabili i blocchi per la pirateria, permettendo di installare app non certificate semplicemente togliendo un segno di spunta dalle impostazioni del proprio device.

La preferenza degli sviluppatori mobile: iOS vs Android apple vs samsung1 min 1024x768 TechNinja

Il sistema più chiuso e protetto di iOS invece, sembra rendere leggermente più complicate le cose, abbastanza da limitare in maniera consistente il problema della pirateria rispetto ad Android.

In una recente intervista, lo sviluppatore del gioco Alto’s Adventure ha spiegato perché il gioco su App Store ha un prezzo di 2.99€ mentre su Play Store sarà rilasciato gratuitamente. Dalle statistiche emerge che su Android, tutti i giochi con prezzo superiore ad 1 euro, vengono maggiormente piratati e quindi l’unica soluzione rimasta è quella di offrire il titolo gratuitamente con all’interno delle pubblicità (con tutte le problematiche che si potrebbero presentare in fase di gameplay).

E’ altamente probabile, quindi, che se le cose non dovessero sistemarsi in tempi brevi, i guadagni delle App pubblicate sul Play Store diminuiranno ulteriormente, portando alcuni sviluppatori mobile a sviluppare sempre meno applicazioni per Android e, probabilmente, con una qualità sempre decrescente.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e Youtube o via RSS per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della Tecnologia!