Microsoft “raccomanda” Windows 10 e forza la mano

0
589
Windows 10

Nei piani di Microsoft c’è la diffusione a tappeto di Windows 10, l’ultimo aggiornamento del sistema operativo che, a partire dal mese di Luglio 2016, sarà obbligatorio. Attualmente, quindi, per gli user c’è scelta libera in merito, ma Microsoft sta forzando un po’ la situazione, raccomandando caldamente l’utilizzo della nuova versione del sistema operativo. Si tratta di una scelta abbastanza impopolare, che sta già facendo discutere: ma l’azienda sembra non essere troppo interessata alle critiche e sta procedendo sulla sua strada.

Microsoft “raccomanda”  Windows 10 e forza la mano Windows 10 pc 300x200 TechNinja

Cosa sta accadendo

In casa Microsoft si vuole spingere Windows 10 e questo deve essere detto senza mezzi termini. Ma come? La finestra per scaricare liberamente l’aggiornamento scade a Luglio e, in via teorica, solo da quel momento l’update dovrebbe diventare obbligatorio. Tuttavia, la nuova strategia di Microsoft prevede una sorta di suggerimento: come preannunciato qualche mese fa, attualmente l’azienda ha alzato il livello di priorità, facendolo passare da facoltativo a “consigliato”. Cosa vuol dire? Che i PC più moderni scaricheranno automaticamente l’aggiornamento. Questo accadrà perché sono dotati di impostazioni che accettano automaticamente gli “aggiornamenti consigliati” insieme a quelli importanti.

In poche parole, senza volerlo, potrete ritrovarvi l’aggiornamento a Windows 10 fatto senza neanche che ve ne accorgiate dato che, se le cose rimangono invariate, al momento l’aggiornamento verrà scaricato automaticamente.

Si può bloccare l’aggiornamento a Windows 10?

A questo punto, ci si deve chiedere se Microsoft può davvero decidere al posto nostro come e quando installare l’aggiornamento. La risposta, al momento, è negativa: per far sì che il processo di aggiornamento continui, l’utente dovrà dare il suo consenso e, quindi, nel caso in cui non si voglia installare il nuovo OS, Windows 10 non sarà aggiornato. Cosa ne pensate di questa strategia di Microsoft? Si tratta di un’ingerenza o è possibile tollerarla? Se siete già passati a Windows 10 o volete farci sapere la vostra opinione in merito, lasciateci un commento qui sotto!

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Telegram, YouTube o vis RSS per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della tecnologia!