Ecco la timeline di Android Q

Ecco la timeline di Android Q: sei beta programmate, con la versione finale in arrivo nel terzo trimestre.

0
31
Ecco la timeline di Android Q

Oggi è l’Android Q day e, dietro le quinte, tutti stanno cercando di capire le novitá che verranno presentate, anche se diversi nuovi dettagli sono stati rivelati ufficialmente. Tra le novitá é stata mostrata la cronologia delle versioni beta che arriveranno in futuro; in tutto, sono previste sei versioni beta, con la versione finale prevista per il terzo trimestre.

Google ha anche aggiunto dettagli al suo elenco di versioni:

  • Beta 1 (versione iniziale, beta)
  • Beta 2 (aggiornamento incrementale, beta)
  • Beta 3 (aggiornamento incrementale, beta)
  • Beta 4 (API finali e SDK ufficiale, Play publishing, beta)
  • Beta 5 (release candidate per i test)
  • Beta 6 (release candidate per il test finale)
  • Rilascio finale

La versione attuale è la Beta 1; al momento, non sono presenti molte funzionalità e, probabilmente, quelle presenti hanno lo scopo di aiutare gli sviluppatori a familiarizzare con Android Q a livello di software. Chi sperava di ottenere tutte le funzionalità finali dovrá attendere.

Sulla base del calendario fornito da Google (che, storicamente, non è sempre stato molto preciso), un’altra versione beta sará prevista per l’inizio del prossimo mese ed un’altra ancora per il periodo della conferenza degli sviluppatori I / O di Google.

Durante questo periodo iniziale, Google sta sollecitando il feedback degli sviluppatori; se le API fornite dovranno essere ottimizzate, ci sarà ancora tempo per fare le modifiche richieste.

A partire dalla Beta 4, gli sviluppatori avranno un set di API finalizzato per Android Q e il Play Store supporterà la distribuzione anche a livello di destinazione dell’API Android Q (28) per le versioni di app alpha / beta.

Le versioni Beta 5 e 6 saranno quelle candidate al rilascio, dato che Google estrarrá la maggior parte dei bug rimanenti prima della prevista versione del terzo trimestre. Per chi non fosse disposto a gestire una versione potenzialmente piena di bug, é preferibile attendere.