Apple riparerá anche iPhone con batterie di terze parti

A partire dal 7 marzo, le nuove linee guida di Apple permetteranno ai Genius Bar di riparare anche gli iPhone con batterie di terze parti.

0
63
Apple riparerá anche iPhone con batterie di terze parti

Gli iPhone con batterie aftermarket installate da officine di riparazione di terze parti ora possono usufruire del servizio di riparazione presso i Genius Bar e i fornitori di servizi autorizzati Apple. La novitá arriva in base ad un documento interno Apple ottenuto da MacRumors; il cambiamento è stato segnalato per la prima volta dal blog francese iGeneration.

Questa è una notizia significativa per le riparazioni di iPhone dal momento che, in precedenza, sia il Genius Bar che le officine di riparazione autorizzate AASP erano state istruite a negare il servizio di qualsiasi tipo per un iPhone con una batteria di terze parti, indipendentemente dalle circostanze.

Apple riparerá anche iPhone con batterie di terze parti %name TechNinja

Secondo quanto riporta il documento di Apple, se la riparazione non è strettamente correlata alla batteria, quindi, sia il Genius Bar che i centri di riparazione autorizzati possono “chiudere un occhio” sulla presenza di un’eventuale batteria di terze parti e procedere normalmente al servizio. Quest’ultimo potrebbe includere riparazioni al display, alla scheda logica, ai microfoni e così via, con l’applicazione delle normali tariffe.

Le linee guida entreranno in vigore il 7 marzo

Se la riparazione fosse, invece, correlata alla batteria stessa, é possibile la sostituzione della batteria di terze parti con una ufficiale Apple, al costo della tariffa standard. Prima di iniziare la riparazione, il Genius Bar dovrá scaricare la batteria di terze parti a meno del 60% di carica. Se le linguette della batteria dell’iPhone fossero rotte o mancanti o ci fosse un eccessivo quantitativo di adesivo, il Genius Bar e i riparatori saranno autorizzati a sostituire l’intero iPhone.

Le linee guida aggiornate entreranno in vigore giovedì 7 marzo e dovrebbero essere applicate in tutto il mondo. Apple rifiuterà ancora il servizio per iPhone con schede di logica, enclosure, microfoni, connettori Lightning, jack per cuffie, pulsanti volume e sleep / wake, array di sensori TrueDepth e alcuni altri componenti di terze parti.

Il direttore delle comunicazioni di iFixit Kay-Kay Clapp ha riferito:

Questa decisione dimostra che ora, più che mai, l’ecosistema di riparazione di terze parti è parte integrante del mantenimento di un’esperienza di alta qualità dei clienti Apple. […] Tutti noi, inclusa Apple, beneficiamo del servizio fornito dalla comunità di riparazione.


Apple aveva giá allentato la propria politica di riparazione per iPhone acconsentendo la riparazione di dispositivi con display di terze parti a febbraio 2017.