La strategia di notifiche push “spam” di Apple sconvolge alcuni utenti

0
52
La strategia di notifiche push

Apple continua la sua strategia di invio di notifiche push agli utenti di iPhone e iPad volte a promuovere i servizi e le offerte dell’azienda. Questa sembra essere parte di una nuova strategia di marketing più aggressiva da parte di Apple. Ma non tutti gli utenti sembrano essere contenti.

Notifiche push Apple

La strategia di notifiche push spam di Apple sconvolge alcuni utenti %name TechNinja

La prima istanza recente di una notifica push Apple di questo tipo è stata segnalata all’inizio di questo mese. Come notato dallo sviluppatore Steve Lederer su Twitter, Apple ha inviato una notifica push chiedendo agli utenti di effettuare l’aggiornamento a iPhone XR o XS. Questo è stato inviato solo ai membri del programma di aggiornamento iPhone di Apple, sebbene Lederer abbia sollevato la questione se stesse violando le regole anti-spam di Apple.

La strategia di notifiche push spam di Apple sconvolge alcuni utenti %name TechNinja

La sezione 4.5.3 delle linee guida di Apple App Review afferma che gli sviluppatori non devono inviare “spam, phish o … messaggi non richiesti ai clienti, tra cui Game Center, notifiche push, ecc.”.

Apple spinge le notifiche push agli utenti di iPhone e iPad

Da allora, Apple ha proseguito con ulteriori messaggi; due di questi erano notifiche push inviate per promuovere lo show di Karaoke Carpool di Apple. Come almeno un utente ha commentato su Twitter, questi sono stati inviati nonostante l’utente in questione non abbia espresso alcun interesse per lo spettacolo.

L’ultima notifica push é relativa ad una pubblicità di Apple Music che riferisce come il servizio di streaming musicale di Apple sia supportato sul dispositivo Amazon Echo.

La strategia di notifiche push spam di Apple sconvolge alcuni utenti %name TechNinja

Queste notifiche push non sono state inviate agli utenti in tutti i mercati. Vale anche la pena notare che le notifiche possono essere gestite all’interno del menu Impostazioni sul proprio dispositivo iOS.