JerryRigEverything mette a dura prova il nuovo iPhone XS Max

Il canale JerryRigEverything ha messo a dura prova il nuovo e costoso iPhone XS Max: avrà resistito alle torture?

Se sei interessato a lasciare il tuo vecchio device per acquistare il nuovo iPhone XS Max, ma hai dubbi sulla sua resistenza, forse potrebbe interessarti il nuovo video realizzato dal “torturatore di smartphone” Zack Nelson, del canale YouYube JerryRigEverything. Il nuovo iPhone è stato sottoposto a dure prove; sei curioso di conoscere i risultati del test?

Il test di resistenza di iPhone XS Max

JerryRigEverything mette a dura prova il nuovo iPhone XS Max Schermata 2018 09 23 alle 22.45.48 TechNinja

La qualità costruttiva del nuovo iPhone è elevata e lo dimostrano i componenti che non cedono sotto i colpi di Zack; uno strato di plastica, posto tra vetro ed acciaio, protegge il device dagli impatti. Anche il profilo in acciaio è molto resistente; graffi e flessione non non sono un problema per iPhone XS Max.

Tutti i pulsanti sono realizzati in metallo robusto e la sensazione generale è “premium”, così come ci si aspetta da un prodotto Apple.

Burn test superato!

Il nuovo device di Apple si è comportato bene anche durante il burn test; lo schermo, infatti, ha resistito per un minuto sotto la fiamma viva prima di mostrare i primi cedimenti. Tuttavia, questo valore è nella norma soprattutto se si considera che questo risultato è pari a quello del Samsung Galaxy S6 di qualche anno fa.

Problemi con lo scratch test

Il tasto dolente, però, viene evidenziato durante lo scratch test. Nonostante Apple abbia presentato il nuovo iPhone XS Max come il device con il vetro protettivo del display più resistente sul mercato (grazie all’utilizzo del vetro zaffiro), il test non ha mostrato un buon risultato.

Zack ha effettuato una comparazione tra un orologio svizzero Tissot con vetro in zaffiro e il copri-obiettivo di iPhone XS Max e ha osservato che il cristallo del nuovo device di apple ha minore resistenza ai graffi, arrivando solo al livello 6 della scala Mohs. Quello che si evince dal test è che il nuovo iPhone ha una resistenza ai graffi identica a quella di qualsiasi altro smartphone; il vetro in zaffiro, infatti, avrebbe dovuto resistere almeno fino al livello 8/9 della scala Mohs.

Lo stesso discorso può essere fatto per il vetro delle fotocamere, anche se la loro durata è pari a quella di molti flagship Android (che, in genere, sono pubblicizzati come protetti dal vetro).

In generale, il risultato è abbastanza positivo, anche se non vi è nulla di speciale o di innovativo relativamente alla resistenza del device.