Google ha affermato che quest’anno non sarà previsto nessun Pixel Watch

Google ha affermato che quest'anno non verrà presentato nessun Pixel Watch; la società non intende, per il momento, sviluppare il proprio hardware.

Nonostante alcune indiscrezioni recenti affermino il contrario, Google non lancerà un Pixel Watch quest’anno. La società lo ha confermato tramite Miles Barr, il suo direttore dell’ingegneria per Wear OS, parlando oggi durante un’intervista.

Secondo le voci, il presunto Pixel Watch sarebbe dovuto essere stato presentato, assieme ai nuovi smartphone Pixel 3 e Pixel 3 XL, al prossimo evento di Google che si terrà agli inizi di ottobre. Tuttavia, il gigante della ricerca ha riferito di volersi concentrare sui suoi partner nello spazio indossabile e sul miglioramento del sistema operativo Wear.

Al momento, offre input alle aziende che fanno orologi utilizzando la sua piattaforma; di recente, ad esempio, ha offerto tecnologie come NFC e cardiofrequenzimetri indossabili come mostrati nello Skagen Falster 2 (nella foto sotto).

Non ci sarà nessun Pixel Watch

Google ha affermato che questanno non sarà previsto nessun Pixel Watch gsmarena 001 TechNinja

L’azienda non vuole ancora sviluppare il proprio hardware perché non esiste un orologio perfetto per ogni persona. Questo punto è sottolineato dalla diversità dell’ecosistema Wear OS, con alcuni dispositivi indossabili rivolti agli appassionati di fitness, o ad appassionati dell’aria aperta o, ancora, ad amanti del design.

Anche se Google non ha ancora ideato uno smartwatch must per tutti, se la società dovesse mai iniziare un progetto del genere, si concentrerebbe molto sulla presenza di Google Assistant

per integrare l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico nel dispositivo, che è il punto di forza di Google.

ha riferito Barr.

La riprogettazione di Wear OS, recentemente svelata, sarà seguita all’inizio del prossimo anno da un nuovo aggiornamento che riguarderà il miglioramento della durata della batteria. Per raggiungere questo obiettivo, Google utilizzerà strategie simili a quelle già utilizzate in Android. La modalità Doze spegnerà lo schermo quando si interagisce meno con l’orologio. L’apprendimento automatico, invece, verrà utilizzato per ottimizzare i momenti nei quali il dispositivo esegue diversi processi, al fine di ridurre al minimo il consumo energetico.

La nuova versione nel 2019 non si chiamerà Wear OS 3.0, perché Google vuole allontanarsi dai numeri di versione:

.Ci hanno portato ad una trappola in cui possiamo aggiornare solo una volta all’anno. L’esperienza del sistema operativo si sta evolvendo e questo è l’inizio dell’evoluzione. Vogliamo continuare ad implementare miglioramenti su base regolare in modo che gli utenti non restino troppo in attesa.

Spiega Barr.