Tempo di cambiamenti per Samsung Health

A partire dal primo settembre, Samsung rilascerà un grande aggiornamento per Samsung Health; l'aggiornamento rimuoverà i servizi connessi e rimuoverà anche il tracciamento UV e il monitoraggio della temperatura e dell'umidità.

Di solito, quando un’azienda aggiorna una delle sue applicazioni, vi aggiunge funzionalità o ne modifica alcune caratteristiche per migliorare l’esperienza dell’utente. Tuttavia, questo non sembra il caso di Samsung Health che, a partire dal primo settembre, subirà un importante aggiornamento; invece di implementare nuove funzioni, la società ha intenzione di rimuovere molte delle funzionalità presenti, alcune delle quali potrebbero essere importanti per gli utenti.

Aggiornamenti per Samsung Health

Tempo di cambiamenti per Samsung Health Samsung logo CES 2018 840x560 TechNinja

 

Rimozione dei servizi connessi

La funzionalità più grande che verrà rimossa sarà l’integrazione con applicazioni di terze parti che Samsung definisce “servizi connessi”. Al momento attuale è possibile sincronizzare i dati Samsung Health con altre applicazioni relative alla salute, come Google Fit, Strava, Misfit, Garmin , Fitbit, Jawbone, ecc. a partire dal primo di settembre, però, l’integrazione di terze parti non funzionerà più con nessuna app ad eccezione di Strava che Samsung continuerà a supportare.

Addio al tracciamento UV e rilevamento temperatura

Le altre due funzionalità che Samsung eliminerà da Samsung Health sono il tracciamento UV ed il rilevamento della temperatura e dell’umidità. Fortunatamente, Samsung offre agli utenti la possibilità di eseguire il backup dei dati relativi alle funzionalità rimosse.

La rimozione di questi strumenti, in particolare dei servizi connessi, renderà Samsung Health un’applicazione molto più limitata e non sarà molto utile per coloro che possiedono un fitness tracker o smartwatch di qualsiasi marca.

Perché Samsung sta limitando la sua app?

Ancora non è chiaro il motivo alla base di questa scelta, ma Samsung potrebbe desiderare che i suoi utenti restino “costretti” all’interno del suo ecosistema, soprattutto quando si parla di periferiche come tracker di fitness. Con Google pronto a pubblicare il proprio smartwatch in ottobre, Samsung potrebbe affrontare una grande competizione.