Stampante a colori o in bianco e nero: scelta logica?

Stampante a colori o in bianco e nero per la tua attività? Ci sono dei casi in cui la scelta per l’una o per l’altra è obbligata dalle esigenze professionali: sarebbe impensabile ad esempio che un grafico pubblicitario non abbia a disposizione a lavoro una stampante a colori per ovvi motivi! Ma in questa sede ci occupiamo del “cliente medio”, ovvero dell’azienda che stampa a colori o in bianco e nero con la stessa frequenza e che potrebbe, idealmente, limitarsi alla stampa monocratica con qualche rinuncia per esigenze di budget. Ci sono poi molte attività che per gran parte dell’anno stampano in bianco e nero ma che, a ridosso di particolari eventi, hanno esigenza di aumentare i volumi di copie a colori.

E in questo target intermedio si colloca del resto la grande maggioranza delle aziende.  Si può veramente fare a meno di una stampante a colori in azienda?

Stampante a colori o in bianco e nero: scelta logica? %name TechNinja

La stampante a colori può stampare in B/N ma non il contrario

Nel dubbio molto spesso i clienti in questa situazione optano per una stampante a colori basando la scelta su una semplice considerazione logica: questa può stampare anche in bianco e nero all’occorrenza mentre al contrario chi dispone di una stampante in bianco e nero dovrà esternalizzare eventuali documenti da stampare a colori.

Un assunto logico si che però cela al suo interno una trappola a cui prestare attenzione. A livello pratico infatti è vero che, impostando il toner nero, si può stampare in bianco e nero usando una stampante a colori. In casi rari questa può essere una soluzione di compromesso che non incide sui costi di stampa. Ma su larga scala usare il toner nero di una stampante a colori per documenti monocromatici può diventare controproducente.

Spieghiamo in parole semplici il perché, senza addentrarci troppo in tecnicismi ostici per chi non è esperto del settore. Le stampanti moderne a colorifunzionano usando quattro cartucce contenenti polvere di toner di tonalità differenti: nero, ciano, giallo e magenta. Selezionando il toner nero teoricamente si dovrebbe consumare solo la prima cartuccia ma in realtà nel 90% dei casi la stampante miscela anche gli altri tamburi, consumandoli ma senza usarli di fatto. Se allora scegliamo una stampante a colori, cosa che quasi tutti giustamente faranno, ma sappiamo che stamperemo molto anche in bianco e nero, dobbiamo accertarsi che la stampante laser abbia l’impostazione che permette di escludere i toner a colori quando si stampa in B/N.

Indecisi sulla stampante? Decisi sul noleggio!

Avere le idee chiare non sempre è facile, soprattutto per le attività che muovono i primi passi. Ecco perché le startup trovano particolarmente conveniente il noleggio stampanti: questa formula permette prima di tutto di risparmiare sull’investimento iniziale dell’acquisto stampanti. Inoltre nelle ipotesi sopra descritte offre alcuni vantaggi non trascurabili: il modello di stampante a noleggiopuò essere infatti commisurato ai volumi di stampa. E’ inoltre possibile il noleggio stampanti per brevi periodi o per singoli eventi se si tratta di una necessità singola o rara.