2018: cosa aspettarsi da Apple (parte seconda)

Nel 2017 Apple ha rilasciato alcuni prodotti brillanti; ma cosa dovremo aspettarci dal nuovo anno? Quali sorprese avrà in riserbo per noi Apple? 

iPad più economico e aggiornato

2018: cosa aspettarsi da Apple (parte seconda) iPad Pro Rear 780x521 1 TechNinja

Sulla scia del successo dell’iPad nel 2017, Apple avrebbe sviluppato un nuovo iPad economico per il 2018. Le fonti dicono che sarà ancora più economico rispetto al modello da 9.7 pollici attualmente in vendita, in quanto la società cerca di conquistare gli utenti che si affidano a concorrenti convenienti come Amazon, Samsung e Huawei.

Apple ha reso l’iPad più economico che mai a marzo; a soli 379 dollari, infatti, il suo modello entry-level da 9.7 pollici è ancora più conveniente di un iPad mini. Tuttavia, la società intende presentare un nuovo iPad da 9.7 pollici che costerà solo 259 dollari.

Le vendite di iPad sono diminuite ogni anno dal 2014 con la scadenza del mercato dei tablet. Tuttavia, durante il terzo trimestre fiscale 2017, le vendite di iPad sono aumentate di anno in anno. iPad Pro, con le sue funzionalità e caratteristiche aggiuntive, ha giocato un ruolo importante in questo, ma anche un iPad più conveniente è stato sicuramente un fattore importante. Apple spera che il suo prossimo modello entry-level avrà altrettanto impatto.

Fonti della supply chain si aspettano che il nuovo iPad entry-level di Apple arrivi nella seconda metà del 2018.

iPad Pro

2018: cosa aspettarsi da Apple (parte seconda) iPad Pro X 780x536 TechNinja

I modelli Pro di iPad non saranno esclusi; secondo le ultime indiscrezioni della catena di fornitura Apple in Asia, il nuovo modello otterrà un enorme upgrade del processore. Si presume, infatti, che Cupertino abbia intenzione di eseguire uno slap di un processore octa-core nell’iPad Pro del prossimo anno, rendendoli così i tablet più potenti mai realizzati da Apple. Il chip sarà presumibilmente prodotto da TSMC e comprenderà alcune funzionalità che il chip A11 sull’iPhone X non ha.

Secondo il sito cinese MyDrivers, il nuovo chip super-veloce sarà presumibilmente chiamato Bionic A11X. Citando fonti industriali, il sito afferma che il chip a otto core comprenderà tre core Monsoon ad alte prestazioni e cinque core Mistral a basso consumo energetico.

Per iPhone X e iPhone 8, Apple ha creato il chip A11 Bionic che viene fornito con due core ad alte prestazioni e quattro core ad alta efficienza. L’aggiunta di altri due core darà indubbiamente all’iPad Pro 2018 alcuni enormi guadagni in termini di prestazioni. Un coprocessore M11 sarà probabilmente incluso nel chip Bionic A11X, insieme a un motore neurale specializzato nei calcoli AI in modo che Apple possa portare Face ID alla linea iPad il prossimo anno.

Apple non dovrebbe svelare i nuovi iPad Pro fino a primavera o all’inizio dell’estate. Altre nuove funzionalità potrebbero includere un display edge-to-edge come quello di iPhone X, fotocamere aggiornate, una nuova Apple Pencil e altro ancora.

 

Apple Watch Series 4

2018: cosa aspettarsi da Apple (parte seconda) Apple watch sport band 780x536 TechNinja

Quando si tratta di Apple Watch, è inevitabile affermare che la serie 3 ha dato un vero impulso alla linea indossabile; quest’anno, Apple sta pianificando di ridurre il suo affidamento sugli schermi Samsung per i futuri modelli di Apple Watch, adottando schermi microLED.

I modelli precedenti di Apple Watch utilizzano display OLED provenienti da un paio di produttori diversi. Per il display di iPhone 8, Apple si affida esclusivamente a Samsung; in generale, la società di Cupertino preferisce acquistare componenti di più produttori per mitigare i rischi e, quindi, sta cercando di passare ad una nuova tecnologia.

I display MicroLED non sono ancora pronti per essere utilizzati negli smartphone, ma Nikkei segnala che Apple sta spingendo avanti per portarlo prima all’Apple Watch. Uno dei vantaggi di questo tipo di display è che non richiedono retroilluminazione; questo consentirebbe ad Apple di avere Apple Watch più sottili che mai, o con una maggiore durata della batteria.

Mac Pro completamente nuovo

2018: cosa aspettarsi da Apple (parte seconda) MacPro2 780x536 TechNinja

Già ad aprile dello scorso anno, Apple aveva svelato l’intenzione di introdurre un nuovo Mac Pro e un nuovo display esterno per il 2018.

La società riconosce che l’attuale Mac Pro non soddisfa tutte le esigenze dei suoi clienti pro, ma il nuovo modello avrà un design modulare più tradizionale che consentirà ad Apple di “tenerlo fresco”. Sono passati quasi quattro anni da quando Apple ha introdotto il “cestino” Mac Pro. Phil Schiller aveva riferito ai giornalisti:

Stiamo completamente ripensando al Mac Pro e ci sarà un nuovissimo display Apple. Poiché il Mac Pro è un sistema modulare, stiamo anche facendo un display professionale. C’è una squadra che ci sta lavorando sodo in questo momento.

Questo potrebbe segnare il ritorno ad un computer desktop più tradizionale che darebbe agli utenti la possibilità di aggiornare elementi come il processore e le schede grafiche.

Sfortunatamente, Apple non ha effettivamente detto quando sarebbero stati disponibili; sappiamo solo che dovrebbero arrivare quest’anno.

Cos’altro?

2018: cosa aspettarsi da Apple (parte seconda) will smith carpool karaoke 780x453 TechNinja

Apple è entrata all’interno della Realtà Aumentata; Ming Chi-Kuo prevede che la società beneficerà di alcuni vantaggi rispetto ai suoi rivali. Cupertino, infatti, potrebbe godere di un vantaggio di 3-5 anni rispetto alla concorrenza, ridefinendo le esperienze di AR su iPhone, iPad e Mac. Inoltre, nuovi campi di attività, come i sistemi di guida autonomi, l’aiuteranno a mettere il suo software AR ovunque. Apple dispone di centinaia di ingegneri che sviluppano sia cuffie AR che VR; inoltre, ha acquisito una serie di aziende nel settore della realtà aumentata, come Metaio.

Infine, come previsto da CCS Insight per il 2018, Apple potrebbe lanciare un servizio di abbonamento video, progettato per competere con Netflix. Se Apple dovesse seguire questo percorso, CCS Insight suggerisce che i contenuti originali di Apple, attualmente in fase di sviluppo, svolgeranno un ruolo molto importante.