I sensori di impronte digitali sotto il display saranno realtà nel 2018

I lettori di impronte digitali sotto al display diventeranno reali nel 2018: Synaptics ne annuncia la produzione di massa.

0
23
I sensori di impronte digitali sotto il display saranno realtà nel 2018

Synaptics, l’azienda responsabile della gestione dell’input tattile su milioni di trackpad e schermi per smartphone, ha annunciato questa settimana che è entrata nella produzione di massa con i suoi primi sensori ottici a impronta digitale. Chiamato Clear ID, si prevede che il funzionamento sia esattamente simile ai sensori di impronte digitali home button conosciuti, ad esempio, sui telefoni Galaxy S oppure sugli iPhone di Apple prima dell’ultimo iPhone X. Tuttavia, questo nuovo sensore sarà maggiormente speciale perché consentirà di autenticarsi premendo sulla parte reale del display del touchscreen.

Clear ID di Synaptics

Synaptics, esattamente un anno fa, aveva annunciato per la prima volta la sua famiglia di sensori per impronte digitali FS9100. All’epoca, si trattava semplicemente di una svolta tecnologica (era, forse, più una dichiarazione di intenti che un prodotto del mondo reale) e gli eventi successivi hanno mostrato diversi problemi di implementazione; questo potrebbe essere il motivo che ha costretto Samsung ad un cambiamento dell’ultimo minuto nel suo smartphone Galaxy di punta. La società coreana, infatti, desiderava avere uno smartphone senza cornici, pur non perdendo la funzione di identificazione biometrica frontale; tuttavia qualcosa è andato storto e Samsung ha dovuto inserire un sensore di impronte digitali posizionato, in modo impacciato, sul retro dei suoi device.

 

I sensori di impronte digitali sotto il display saranno realtà nel 2018 synapticsj TechNinja

 

Sarà Samsung il primo partner ad utilizzarlo?

Il nuovo ID Clear FS9500, comunque, sta entrando in piena produzione e sarà riservato alla società che Synaptics descrive come la migliore tra i cinque produttori di telefonia, ovvero Apple, Samsung, Huawei, Oppo/Vivo e Xiaomi. Il precedente rapporto di collaborazione con Samsung non è terminato ed entrambi potrebbero essere al lavoro per risolvere i problemi, apparentemente irrisolvibili, del 2017. Tuttavia, anche Xiaomi è sicuramente un buon candidato per essere il misterioso partner OEM, soprattutto considerando la sua storia di flagship senza cornici.

Come funziona

Qualunque sia la società che potrebbe essere in partnership con Synaptics, ora, non ha comunque importanza; è quasi certo che ne seguiranno altre nel 2018. L’autenticazione attraverso il display è una tecnologia più semplice per gli utenti e la domanda per questo tipo di tecnologia sembra elevata.

I sensori di impronte digitali sotto il display saranno realtà nel 2018 synaptics3 800x412 TechNinjaIl produttore afferma che Clear ID è veloce e sicuro, grazie ad una tecnologia denominata SentryPoint. Synaptics ha spiegato come il nuovo sensore sia in grado di funzionare bene in tutte le condizioni, sia con le dita bagnate che con le dita fredde o asciutte; infatti, essendo posto sotto al display, risulta impermeabile e a prova di graffio. Rispetto al FaceID di Apple, infine, ClearID è utilizzabile da qualsiasi angolazione, anche quando il device è posto su di un tavolo o su di un supporto porta-cellulare in auto.