Apple vs Samsung: continua la battaglia legale per il design del primo iPhone

Apple continua la battaglia legale contro Samsung per il plagio del design del primo iPhone. Negli Stati Uniti si arriva alla Corte Suprema. Ecco tutti i dettagli.

A distanza di cinque anni dal precedente scontro in tribunale tra Apple e Samsung, la battaglia legale per la violazione del brevetto del iPhone 3G da parte della compagnia sudcoreana, sembra non essere ancora giunta ad una conclusione. Secondo un rapporto di questa mattina, la Corte Suprema degli Stati Uniti d’America avrebbe richiamato entrambe le parti in tribunale, per un nuovo confronto.

Nel 2012, dopo che la compagnia di Cupertino era riuscita ad aggiudicarsi un risarcimento di un miliardo di dollari, come decisione unanime del tribunale, Samsung era riuscita a farsi ridurre la pena ad un ammontare di 339 milioni di dollari. Successivamente, l’azienda di Seul, dopo svariati scontri sotto gli occhi della Corte Suprema, è riuscita ad ottenere un’ulteriore diminuzione, ma la battaglia non sembra essere ancora finita.

Apple e Samsung: uno scontro senza fine?

Nel rapporto di oggi si riferisce che la Corte Suprema avrebbe concordato a favore di Samsung la quale, pur avendo violato il brevetto dell’iPhone di Apple, non sarebbe tenuta ad un risarcimento così elevato e che al contrario i termini di calcolo degli indennizzi dovrebbero essere rielaborati, aspetto che sarà valutato da un tribunale minore.

Apple vs Samsung: continua la battaglia legale per il design del primo iPhone samsung viola brevetti apple iphone TechNinja

CNET afferma che il giudice Lucy Koh avrebbe firmato ieri mattina un ordine che istruisce le due parti a ritornare in tribunale, indicando che gli oneri per la causa saranno completamente addebitati alla compagnia di Cupertino. Infatti, secondo il giudice sarebbe Apple responsabile dell’ennesimo processo, dove dovrà dimostrare l’effettiva violazione di alcuni brevetti di iPhone, a causa della presenza negli smartphone di Samsung di elementi di differenziazione.

Koh ha inoltre dichiarato in una decisione distinta che una riunione di gestione del caso sarà fissata per il 25 ottobre, dove sia Apple che Samsung dovranno presentare le carte per avanzare il caso e la documentazione che attesta la ragione delle parti.

Apple vs Samsung: continua la battaglia legale per il design del primo iPhone apple contro samsung TechNinja

Il motivo che avrebbe portato la compagnia di Cupertino nuovamente davanti in tribunale è che la Corte Suprema starebbe appellandosi ad una sentenza di oltre 130 anni fa. Ai tempi si stabilì che quando una determinata società viola i brevetti di un’altra azienda, essa deve consegnare tutti i profitti realizzati come risarcimento.

Samsung, dalla sua, sostiene che sarebbe irragionevole dover pagare danni in base al beneficio commerciale ottenuto dall’intero dispositivo, ma che piuttosto dovrebbe risarcire solo gli incassi provenienti dalle singole componenti violate. La Corte Suprema ha emesso la propria sentenza e spetterà ora alle parti dimostrare la propria ragione, anche se si suppone le società possano accordarsi in separata sede, evitando le vie legali.