iPhone X: margini di profitto bassi, secondo gli analisti ad Apple costa molto produrlo

Secondo un'analisi sui costi di produzione e assemblaggio, il nuovo iPhone X potrebbe fruttare ad Apple meno profitti rispetto ai precedenti modelli. Ecco tutti i dettagli.

0
10

Una recente analisi sui costi di produzione dei singoli componenti di iPhone X, il nuovo smartphone di Apple prossimo al debutto dopo iPhone 8 e 8 Plus, suggerisce che, nonostante l’incremento di prezzo del dispositivo, la compagnia di Cupertino potrebbe effettivamente ricevere meno profitti rispetto agli altri dispositivi.

Nello specifico, i costi per l’azienda californiana dei componenti dell’iPhone del decimo anniversario sarebbero più del doppio di quelli di iPhone 7. A rivelarlo è stato un post del Wall Street Journal, che ha colto l’occasione per mettere a confronto i costi del nuovo iPhone con quelli precedenti.

iPhone X: il nuovo investimento di Apple a lungo termine

Il prezzo di partenza del nuovo iPhone X, quella da 64 GB per intenderci, è di circa il 50% in più rispetto al costo iniziale di iPhone 7 dello scorso anno, ma mentre in precedenza il costo di produzione per il device era di 248 dollari, ora il costo si aggira intorno ai 581 dollari. Il divario rivela che i margini di profitto di Apple sul nuovo dispositivo sarebbero inferiori rispetto alle precedenti versioni. Questo secondo quanto rivelato da Susquehanna International Group.

iPhone X:  margini di profitto bassi, secondo gli analisti ad Apple costa molto produrlo %name TechNinja

Le cifre in questione però dovrebbero essere considerate con particolare attenzione, per due motivi. Innanzitutto, pur conoscendo le singole componenti di iPhone, nessuna azienda di analisi è in grado di fornire il prezzo esatto del dispositivo assemblato, in quanto Apple potrebbe realizzare dei contratti con i fornitori più economici di quanto sia il prezzo al dettaglio. Inoltre, per iPhone X la società di analisi ha considerato i costi da supply chain e non quelli per singolo componente.

Tuttavia, affermare che i margini di profitto di Apple siano più bassi rispetto al solito potrebbe rivelarsi corretto. Oltre alla stima preliminare sui costi più alti per ogni singolo componente, è probabile che il prezzo lieviti ulteriormente considerando anche i prezzi di assemblaggio. Inoltre, il design radicalmente cambiato rispetto ai precedenti modelli avrà necessariamente richiesto maggiori costi di ricerca e sviluppo.

Apple stessa ha più volta affermato che iPhone X rappresenti il futuro dell’iPhone e potrebbe rappresentare un nuovo investimento per l’azienda, disposta a fare qualche sacrificio in termini di guadagni ora per un beneficio a lungo termine.

iPhone X:  margini di profitto bassi, secondo gli analisti ad Apple costa molto produrlo iphone x TechNinja

Detto questo, la compagnia di Cupertino protegge i propri profitti piuttosto fieramente. Sarà interessante vedere come il nuovo iPhone X andrà ad impattare sui profitti dell’azienda nei prossimi mesi, ma per farlo sarà necessario attendere la fine del quarto trimestre del 2017, così da avere una visione migliore dei numeri reali.

Per inciso, i prezzi riportati dal pezzo del Wall Street Journal, si basano su una teoria economica del XIX secolo, secondo la quale per alcuni prodotti di alta fascia, un prezzo più elevato può in realtà generare una domanda maggiore di un dispositivo ad uno costo più basso. L’azienda di analisi sta suggerendo che questo sistema sarà applicato ad iPhone X, e che le persone che hanno sempre acquistato iPhone non saranno intimorite dal prezzo, ma anzi potrebbero esserne stimolate all’acquisto.