Ubuntu Phone: da giugno cesseranno gli aggiornamenti e chiuderà l’app store

Annunciata ufficialmente la chiusura del progetto Ubuntu Phone.

0
73

Canonical ha rilasciato ufficialmente la conferma che in molti temevano: gli Ubuntu Phone sono destinati a morire, gli aggiornamenti di sicurezza, infatti, andranno a terminare a Giugno.
Shuttleworth non conoscne sosta, e dopo Unity 8 ha rimosso anche Ubuntu touch dagli sviluppi futuri di Canonical.

Gli ultimi aggiornamenti previsti per il sistema operativo mobile, saranno incentrati sulla semplice correzione di bug e dei problemi di sicurezza.
Dopo il 17 Giugno Canonical non aggiornerà più Ubuntu touch. La scelta, del resto, è in linea con la linea intrapresa dall’azienda e, purtroppo, era attesa da molti utenti ed appassionati.

Ubuntu Phone, in chiusura anche l’app store

L’Ubuntu app store, unica piattaforma ufficiale da cui è possibile scaricare le app, andrà a chiudere entro al massimo fine 2017.
Ne consegue che, oltre a non poter scaricare nessuna nuova app, non sarà neanche più possibile ricevere gli eventuali aggiornamenti e, come è ovvio che sia, gli sviluppatori non potranno più aggiornare nulla dei propri prodotti.

La compagnia ha confermato la triste notizia attraverso una mail a Network World, sottolineando come non sarà più possibile acquistare app dall’Ubuntu Phone app store già a partire da Giugno.
Agli sviluppatori resterà la possibilità di rilasciare gratuitamente le app o semplicemente ritirarle dallo store.

Per quanto, come dicevamo, la notizia non sorprenda particolarmente, considerata la morte del sogno della convergenza, acclarata con l’abbandono di Unity 8 non può che rimanerci almeno un po’ di amaro in bocca, perché il progetto Ubuntu phone era interessante per davvero.

Ubuntu Phone continua a funzonare, ma con poco senso

Ubuntu Phone: da giugno cesseranno gli aggiornamenti e chiuderà lapp store ununtu phone TechNinja

Niente store e niente aggiornamenti, quindi, neanche per device di discreta rilevanza quali Meizu PRO 5 o Bq Aquaris M10.
Ovviamente i dispositivi continueranno a funzionare anche in futuro, ma è ovvio che usare uno smartphone senza alcun tipo di aggiornamento non è assolutamente sicuro e, tendenzialmente, non ha molto senso.

Davvero un peccato per chi avesse deciso di investire tempo e soldi (magari comprando un telefono appositamente perché supportato dal sistema operativo di Canonical) in questo sogno che, magari un po’ prematuramente, si è davvero rivelato solo tale.