Google Home ora supporta e riconosce fino a sei utenti diversi

Il dispositivo intelligente di Google aggiunge il supporto al multiutente: fino a sei account diversi, riconoscibili grazie alla voce dei loro "intestatari"

0
56

Google Home è ancora lontano dall’essere un dispositivo perfetto, ma è innegabile che Google stia lavorando sodo per creare un “assistente domestico” sempre più valido e, soprattutto, utile, smentendo le voci che vogliono Google Home come un semplice gadget per appassionati.

Google Home ora supporta e riconosce fino a sei utenti diversi 518562 google home TechNinjaUn decisivo passo avanti è stato compiuto in questi giorni, grazie all’implementazione del supporto al multiutente: Google Home è ora in grado di riconoscere, grazie alle loro voci, fino a sei utenti diversi, e ad adattarsi di conseguenza.

Google Home: risultati personalizzati in base all’utente

Fino ad oggi Google Home era in grado di riconoscere un’unica voce, quella della persone che aveva effettuato la prima configurazione e che, di conseguenza, aveva collegato il proprio account Google al dispositivo. Una limitazione non da poco, che si palesava sopratutto nell’utilizzo da parte di un’intera famiglia del dispositivo.

Ora, invece, fino a sei persone diverse possono collegare il proprio account ad un unico dispositivo Google Home, che è di volta in volta in grado di riconoscere quello giusto grazie alla voce di chi utilizza il dispositivo. Ciò è possibile grazie ad una veloce configurazione che, eseguibile tramite l’app per smartphone di Google Home, permette di rilevare e salvare fino a sei voci diverse, abbinando ad ognuna un account Google.

I vantaggi sono molteplici, e influiscono tutti positivamente sull’esperienza utente: utilizzando Google Home per, magari, riprodurre un brano, sarà possibile attingere direttamente dalla propria playlist personale (ovviamente a patto che essa sia salvata sul proprio account); ancora, potranno essere consultati i propri impegni, senza il rischio che qualcun altro abbia la possibilità di ficcare il naso. Il sistema di riconoscimento vocale, infatti, come mostrato nel video di presentazione della nuova feature, è estremamente preciso e affidabile, ed è quasi impossibile che confonda i comandi di due o più utenti diversi.