Slot-machine: casualità ed algoritmi

Gli algoritmi alla base delle slot-machine: un esempio di implementazione tecnologica delle funzioni random.

0
124

Casualità e computer, a prima vista, sembrano andare poco d’accordo: la programmazione logica e deterministica, tipica dell’informatica, lascia poco spazio all’indeterminato; tuttavia, ad uno sguardo più attento, i due aspetti possono finalmente conciliarsi, come nel caso delle funzioni random, utilizzate per creare combinazioni numeriche apparentemente casuali nei più disparati campi di applicazione.

I cosiddetti RNG (Random Number Generator) vengono, al giorno d’oggi, impiegati in molteplici ambiti, sia scientifici che pratici: nella statistica, innanzitutto, ma anche nelle simulazioni, nella crittografia e, non ultimo, nel gioco, vale a dire in tutte quelle attività che riproducono “infinite” possibilità.

Si tratta, ad ogni modo, di una semplice simulazione e, in tal senso, si dovrebbe parlare più di PRNG (Pseudo-Random Number Generator), che non di RNG, proprio perché la casualità dei computer, di fatto, viene pur sempre generata a partire da un algoritmo e, dunque, mantiene una certa prevedibilità.

I numeri – o le combinazioni di essi – possiedono, infatti, eguali possibilità di essere estratti da un insieme più o meno vasto, e tuttavia la regola che ne determina l’estrazione non è affatto casuale, ma è il risultato di formule ben precise: da un punto di vista astratto, pertanto, rimaniamo in un ambito deterministico, ma dal punto di vista pratico, ovvero per l’utente che si rapporta al sistema, tutto ciò non ha alcuna rilevanza.

Slot machine: casualità ed algoritmi slot machine casino TechNinja

Gli algoritmi dietro le slot-machine

Attenzione, però: se non ci si attiene ad algoritmi efficaci, il rischio di scadere nella prevedibilità assoluta, purtroppo, è molto alto.

Un esempio? Come racconta Kevin Mitnick nel suo testo L’arte dell’intrusione, un gruppo di programmatori riuscì a “sbancare” i casinò di Las Vegas, semplicemente utilizzando un sistema informatico per prevedere le combinazioni delle “macchinette”, gestite da un programma che, oggi, sarebbe considerato antiquato!

In Italia gli algoritmi dei giochi online devono essere certificati dall’AAMS e, per le slot machine, la percentuale di vincita deve essere almeno del 70%. Nei casino online la percentuale di vincita è, però, più alta  e raggiunge una media del 90% come si può notare dal payout dei giochi di casinò online di Starcasinò. Ciò permette agli utenti di “perdere meno” vincendo piccole somme più spesso ma rimangono finora imprevedibili, gli algoritmi che regolano i giochi.