Google Foto, l’aggiornamento regala la stabilizzazione dei video

La versione 2.13 di Google Foto si arricchisce di nuove interessanti funzioni: tra queste, la stabilizzazione digitale dei video

0
48

Google Foto si aggiorna e arriva alla versione numero 2.13: sebbene non sia ancora disponibile sul Play Store, è possibile provare in anteprima l’app, scaricando il file APK dal noto portale APKMirror.

Google Foto, laggiornamento regala la stabilizzazione dei video googlephotos 100587863 orig TechNinjaNumerose sono le migliore introdotte, a partire dall’aggiunta di una interessante e molto richiesta funzione: la stabilizzazione dei video, ovviamente in post-produzione.

Google Foto: ecco come stabilizzare i video

Stabilizzare un video significa eliminare quei fastidiosi sbalzi e tremolii nella riproduzione, presenti soprattutto quando il filmato è stato realizzato in movimento, magari senza l’aiuto di un apposito supporto.

La stabilizzazione di Google Foto, per quanto provato finora, si è rivelata essere molto più valida di quanto ci si potesse aspettare da un’applicazione per smartphone: i risultati sono eccellenti, ma non bisogna dimenticare che, trattandosi di una stabilizzazione digitale, è possibile che alcune porzioni dei frame originali vadano persi durante il processo. Qui di seguito trovato uno stesso video, prima e dopo essere stato stabilizzato con Gogle Foto:

https://youtu.be/XIQ0BoLLKVg

Ora vi starete giustamente chiedendo come è possibile utilizzare tale feature: nulla di più facile. Selezionate all’interno di Google Foto il video che volete stabilizzare, cliccate sull’icona a forma di penna (che permette di aprire l’editor) e avviate la stabilizzazione, premendo l’apposito tasto in basso a sinistra.

A questo punto, il processo prenderà il via: una barra di avanzamento mostrerà quanto tempo è ancora necessario prima che il tutto sia completato. Tutto dipende dalla durata e dalla qualità (risoluzione) del filmato, oltre ovviamente alle prestazioni del dispositivo su cui viene utilizzato Google Foto.

Altre feature potrebbero già essere presenti nell’app, ma non ancora abilitate: vedremo come la situazione si evolverà nei prossimi giorni, e cercheremo di capire, inoltre, quante possibilità ci siano che Google Foto torni a lavorare in sincronia con Google+.