Meizu, il 26 Aprile debutterà Meizu E2

Nuovo mid-range di Meizu, di cui ancora si sa poco nulla: la presentazione ufficiale avverrà tra poco più di due settimane, a Pechino

0
52

Se siete fan di Meizu, uno dei produttori cinesi (insieme a Xiaomi e Huawei) più amati nel nostro paese, segnate il 26 Aprile sul calendario: in questo giorno, infatti, verrà presentato ufficialmente un nuovo smartphone della serie E, il Meizu E2.

Meizu, il 26 Aprile debutterà Meizu E2 Meizu M612C 1 TechNinjaLa stessa Meizu ha diramato l’invito ufficiale, ma poco si sa riguardo le caratteristiche di questo smartphone, che non pochi hanno identificato nel Meizu M612C, un dispositivo che pochi giorni fa ha ottenuto la certificazione TEENA.

Meizu E2: caratteristiche e prezzo

Partiamo col dire che questo Meizu E2 si colloca nella fascia medio-bassa e che, sebbene non è ancora noto il prezzo, è probabile che verrà venduto per una cifra uguale o inferiore ai 200 euro.

Ciò non significa che ci troviamo di fronte ad uno smartphone scadente, tutt’altro: Meizu E2 dovrebbe montare un display 5,5 pollici FullHD (1920×1080 pixel), e avere sotto la socca un processore octa-core a 64 bit, di probabile fabbricazione MediaTek; più difficile la presenza di una CPU Qualcomm.

Probabilmente, il dispositivo verrà venduto in diversi tagli di memoria RAM, fino ad un massimo di 4 GB, così come sarà possibile scegliere tra 16, 32 e 64 GB di spazio disponibile per l’archiviazione. Completano il quadro due fotocamere, una frontale da 5 Megapixel ed una posteriore da 13 Megapixel.

Meizu, il 26 Aprile debutterà Meizu E2 meizu e2 launch 640x1024 TechNinjaMeizu E2, che dovrebbe avere a bordo Android 6.0 Marshmallow, presenterà un body in metallo, mentre il design, a differenza di quanto sostenuto dal vicepresidente di Meizu Li Nan (che aveva parlato di uno smartphone dall’aspetto innovativo), dovrebbe essere molto simile a quello già visto su Meizu M5S. Dalla locandina dell’evento del 26 Aprile, infatti, ben si notano delle forme tutto sommato ordinarie, e l’assenza del lettore di impronte digitali sul retro che, invece, dovrebbe essere stato implementato all’interno del tasto home presente sulla parte frontale del dispositivo.