Google Map Maker è morto!

Come preannunciato lo scorso anno, Google ha chiuso il servizio di Map Maker per lasciare il posto a Guide locali.

0
43
Google Map Maker è morto!

Alla fine dello scorso anno, Google aveva annunciato che avrebbe chiuso Map Maker, il suo più vecchio strumento online, una funzionalità che ha consentito a chiunque di contribuire con aggiornamenti a Google Maps. Il servizio, in circolazione dal 2008, consentiva agli utenti di correggere o compilare il contenuto mancante di una mappa come, ad esempio, i dettagli di un luogo, le strade, le informazioni aziendali e altro ancora. Questa funzionalità era particolarmente utile nel caso dei mercati emergenti, dove spesso erano assenti mappe dettagliate e locali di tipo ufficiale.

La società aveva riferito che Map Maker sarebbe stato ritirato a marzo 2017 e così è stato; da un post sul sito della Guida di Google per il servizio, si legge che il servizio è stato ufficialmente chiuso venerdì 31 marzo 2017.

Google Map Maker è morto! Schermata 2017 04 03 alle 20.08.26 TechNinja

Questa decisione consentirà a Google di tenere maggiormente sotto controllo la community.

Nel corso degli anni, la comunità ha sempre utilizzato Map Maker e Google ha cercato di evitare che il contenuto fosse vandalizzato, aumentandone la sicurezza; col passare del tempo, però, il servizio ha cominciato a sovrapporsi con Guide locali di Google, un programma che premia gli utenti che contribuiscono ad aggiornare Google Maps.

Per continuare ad apportare il tuo contributo a Google Maps grazie alle tue conoscenze di un luogo e per unirti a una dinamica community di persone simili a te, ti invitiamo ad aderire al programma Local Guides. Puoi guadagnare punti, sbloccare premi per avere inviato delle modifiche e altre informazioni e avrai l’accesso in anteprima alle nuove funzioni di Google Maps.

Questo servizio di Google ha una politica molto più restrittiva e prevede un controllo maggiore da parte della società di Mountain View.

In questo modo, Google integrerà tutte le funzioni disponibili su Map Maker direttamente in Google Maps, gestendo così un unico servizio; già ora, Google Maps consente di aggiungere un luogo mancante o di modificarne le informazioni. Inoltre, consente di visualizzare lo stato delle modifiche e consente di condividere maggiori dettagli di un luogo.

Con la chiusura di questo servizio, gli utenti che vorranno apportare delle modifiche o recensire un luogo potranno farlo attraverso Guide Locali oppure direttamente da Google Maps, semplicemente loggandosi con un account Google.