Apple ha davvero effettuato un ordine di 70 milioni di pannelli OLED per iPhone da Samsung?

Secondo un nuovo report apparto sul sito Nikkei, Apple avrebbe effettuato un grandissimo ordine di display OLED da Samsung; saranno quelli utilizzati per i prossimi iPhone?

0
128
Apple ha davvero effettuato un ordine di 70 milioni di pannelli OLED per iPhone da Samsung?

La produzione degli iPhone 2017 sta procedendo senza sosta e, secondo un rapporto di Nikkei, Apple avrebbe recentemente effettuato un ordine di 70 milioni di pannelli OLED a Samsung. 

La domanda per il prossimo device di punta di Apple dovrebbe essere molto alta, soprattutto dato l’enorme numero di cambiamenti che dovrebbero arrivare; infatti, secondo alcune indiscrezioni, il nuovo iPhone dovrebbe avere, tra le molte novità, un display edge-to-edge e un corpo in vetro, oltre ad un prezzo premium. Con questo grande ordine di pannelli OLED, Apple e Samsung si starebbero, quindi, attrezzando per soddisfare quella che potrebbe essere una consistente domanda.

Queste informazioni provenienti da Nikkei sono anche confermate da alcune stime fornite all’analista David Hsieh, di IHS Markit:

Apple ha ordinato 70 milioni di unità di pannelli OLED da Samsung quest’anno, mentre Samsung si appresta a sfornarne ben 95 milioni per Apple nel 2017, nel caso in cui la domanda superi le aspettative.

Poco tempo fa, alcune indiscrezioni avevano suggerito che potrebbero esserci problemi di scorte a settembre e Hsieh conferma questo caso:

E’ anche possibile che alcuni di questi 70 milioni di cellulari non saranno spediti ai clienti quest’anno.

Apple ha davvero effettuato un ordine di 70 milioni di pannelli OLED per iPhone da Samsung? iphoneconceptimage TechNinja

iPhone 8 potrebbe avere problemi di scorte a causa di una possibile alta richiesta.

Nikkei, inoltre, è convinto che vedremo un modello premium di iPhone con un OLED display da 5.2 pollici e nessun tasto home, venduto insieme a dispositivi standard con display LCD da 4.7 e da 5.5 pollici, con pulsante Home. Tutti e tre gli iPhone includeranno la funzionalità di ricarica wireless (che sembra possa essere di tipo induttivo) e l’impermeabilizzazione, mentre almeno un modello, presumibilmente quello premium, implementerà un sensore 3D che supporta il riconoscimento facciale.

Altre caratteristiche non confermate per l’iPhone 8 e non menzionate nel rapporto di Nikkei includono alcuni miglioramenti della fotocamera, un processore A11 più veloce ed efficiente, il touch ID integrato nel display, True Tone e la funzionalità di realtà aumentata abilitata, forse, attraverso la fotocamera.