Swatch, nuovi smartwatch e OS per competere con Apple e Google

Il produttore svizzero entra nel mercato degli smartwatch dichiarando guerra ai colossi di sempre, grazie ad un OS proprietario e ad una nuova linea di dispositivi intelligenti

0
77

Il mercato degli smartwatch, dopo un iniziale successo di vendite, dettato dalla curiosità di molti verso questo nuovo tipo di dispositivo, sembrava nei mesi scorsi essere in declino, salvo poi risalire nuovamente e attestarsi su un buon livello commerciale. Merito anche delle innovazioni in vista, come il nuovo sistema Android Wear 2.0, che abbiamo visto per la prima volta su LG Watch Style e LG Watch Sport.

Swatch, nuovi smartwatch e OS per competere con Apple e Google swatch smartwatch TechNinjaLa raggiunta stabilità, e dunque il soddisfacente numero di prodotti venduti, ha spinto un altro colosso (sebbene non propriamente del campo) ad aggiungersi alla competizione tra produttori di smartwatch, che vede opporsi principalmente Apple e Google: stiamo parlando di Swatch, uno dei brand di orologi “tradizionali” più famoso e apprezzato a livello mondiale.

Sistema operativo proprietario e nuova linea di smartwatch: Swatch fa sul serio

Già negli anni passati Swatch si era affacciata sul mercato smartwatch, presentando qualche timido prodotto, molto più simile ad un orologio classico che non ad un wearable di ultima generazione, in grado di offrire poche funzioni “intelligenti”, come ad esempio i pagamenti contactless.

Stando alle parole del CEO di Swatch Nick Hayek (lo stesso che qualche anno fa aveva ritenuto inutile lanciarsi nel mercato smartwatch) la società svizzera, che può appoggiarsi ad una solida base economica, ha intenzione di entrare vigorosamente nel settore degli orologi intelligenti, senza dover ricorrere a partnership limitanti con altri colossi.

Swatch, nuovi smartwatch e OS per competere con Apple e Google smartwatch TechNinjaUn vero e proprio schiaffo in faccia a Google, che con il sistema Android Wear ha sempre avuto in pugno, per così dire, tutti i produttori di smartwatch che non fossero di casa Apple. Swatch ha infatti deciso di sviluppare un OS proprietario, che verrà rilasciato parallelamente ad una nuova linea di smartwatch Tissot (sotto-brand dell’universo Swatch) entro la fine del 2018.

I dubbi a riguardo sono tanti, soprattutto per quanto riguarda la compatibilità tra tali dispositivi e gli smartphone dotati di sistema diverso (Android e iOS): Swatch spera di risolvere tale inconveniente affidandosi a sviluppatori di app di terze parti (la casa svizzera ha già ricevuto più di 100 contatti da start-up della Silicon Valley), oltre a realizzare una gamma sempre più ampia di dispositivi dotati dell’OS proprietario, non per forza solo smartwatch.