Linux: anche la prima stagione di Hitman su Ubuntu, oltre a circa altri 3000 giochi

Hitman arriva per Ubuntu, aggiungendosi a un parco di oltre 3000 titoli

0
208

Feral Interactive, software house inglese che da qualche tempo si occupa del porting di videogame più o meno famosi su piattaforma UbuntuSteam OS, non si ferma mai e l’ultimo regalo che ha deciso di fare agli utenti pinguinati è la prima stagione completa del famosissimo gioco stealth Hitman, recentemente rilasciata anche per tutte le altre piattaforme.

La serie, composta da 6 capitoli, è adesso disponibile per Ubuntu 16 Steam OS (il sistema operativo a base Debian utilizzato principalmente dalle Steam Machine, le console di Valve) sia per GPU Nvidia che AMD.

I requisiti minimi per far girare il gioco sono particolarmente onesti:

  • CPU Intel Core i5-2500K 3.3GHz
  • 8GB di RAM
  • 70GB di spazio disco
  • GPU Nvidia GeForce GTX 680 (2GB) – Driver version 375.26 oppure AMD R9 270X (2GB) – Driver version Mesa 13.0.3

Purtroppo le GPU Intel non sono supportate dal gioco, il cui acquisto è disponibile tramite Steam, la piattaforma di acquisto videogame più famosa al mondo, mentre qui troverete tutte le informazioni che cercate.

Linux: con Hitman siamo a oltre 3000 videogame disponibili per Ubuntu

Linux: anche la prima stagione di Hitman su Ubuntu, oltre a circa altri 3000 giochi 956acb9614efea3bec9f2feacdfba5e48fb7b43c Sin%20t%C3%ADtulo 1 TechNinja

Negli ultimi anni le cifre inerenti al gaming su Ubuntu hanno raggiunto entità completamente inaspettate, considerando che fino a 4 anni fa i giochi disponibili per gli utenti Ubuntu non superavano la cinquantina.
Evidentemente l’interesse nei confronti del settore videoludico sta crescendo in maniera esponenziale nel mondo di Linux, anche considerando i tempi di questa crescita: per esempio fino a Settembre scorso i titoli disponibili erano intorno ai 2.000, il che sta a significare che in circa sei mesi un migliaio di titoli sono stati aggiunti al catalogo-

Un’altra sostanziale differenza rispetto al recente passato è l’importanza dei titoli disponibili, siamo passati da titoli minori e indipendenti a veri e propri Tripla A, quali Tomb Raider, Hitman, DiRT Rally, Warhammer Civilization VI, solo per citarne alcuni.
Buona parte del merito di questa esplosione è certamente da dare a Gabe Newell e alla nascita del progetto Steam OS, che registra numeri interessanti, abbastanza da restare in vita, quantomeno.

Per quanto riguarda Linux, invece, i numeri sono abbastanza costanti: il numero di utenti che utilizza Steam su Ubuntu è uno scarso 1%, che si scontra col 95% circa di utenti Windows.
Questi numeri sono naturale conseguenza di ciò a cui tutti siamo abituati da sempre e, con un po’ di impegno, potrebbero cambiare nel prossimo futuro (nonostante giocare su Linux comporti per forza di cose ancora un po’ di necessità di adattamento) se il lavoro di Feral e della community continuerà su questa strada.

Provare per credere.