Samsung Galaxy Note 7: secondo WSJ ci sono stati difetti di fabbricazioni e batterie non conformi

Samsung Galaxy Note 7: le cause degli incendi? A breve la casa coreana dovrebbe dire la sua, ma intanto il Wall Street Journal fa il punto della situazione citando delle fonti vicine all'azienda.

0
82
Samsung Galaxy Note 7: presto nuovamente in vendita con una nuova batteria?

In attesa che Samsung ci riveli i risultati delle sue indagini in merito alle cause degli scoppi dei Note 7, apprendiamo che il Wall Street Journal ha deciso di dire la sua in merito alla questione, facendo riferimento a quelle che potrebbero essere state le cause che hanno portato a un flop così colossale.

Samsung Galaxy Note 7: i motivi delle esplosioni

Stando a quello che si legge sulle pagine del noto giornale, l’indagine portata avanti dalla casa coreana suggerirà che, a causare gli scoppi delle batterie, sono state le dimensioni irregolari delle stesse, nonché alcuni difetti di fabbricazione.

Il WSJ avrebbe avuto queste notizie da “fonti ben informate sui fatti” che, si fa capire nell’articolo, sono vicine alla casa produttrice coreana.

Nell’articolo si legge anche che, al momento, Samsung ha assunto ben tre società indipendenti, al fine di portare avanti sia l’indagine su quelle che sono state le cause, sia il controllo di qualità su quella che è la catena dei fornitori.

Samsung Galaxy Note 7: secondo WSJ ci sono stati difetti di fabbricazioni e batterie non conformi Schermata 2016 12 17 alle 01.11.53 TechNinja

Le batterie utilizzate per il Samsung Note 7, quindi, non sarebbero state idonee per il device in questione, dato che non entravano alla perfezione nell’alloggiamento dedicato e questo avrebbe comportato un eccessivo surriscaldamento del phablet che, nei casi più estremi, si sarebbe tramutato in una vera e propria esplosione.

Inoltre, subito dopo i primi casi di anomalie e scoppi, Samsung non sarebbe riuscita a gestire al meglio la situazione, chiedendo all’azienda Amperex Technology, con sede a Hong Kong, di produrre ancora più batterie. Questo avrebbe alzato la pressione e, quindi, la possibilità di errore. La situazione, pertanto, non solo non si sarebbe risolta, ma sarebbe finanche peggiorata, sino ad arrivare al richiamo del device dal mercato globale.

Quello che è successo dopo lo sappiamo tutti: per Samsung, quello del Note 7 è stato un vero e proprio flop che non si dovrà ripetere un futuro.

Tuttavia, si devono attendere le motivazioni ufficiali della casa coreana prima di poter mettere il punto fine al discorso, una volta per tutte.