Apple, via dall’App Store un’applicazione per ritrovare gli AirPods smarriti

"Finder for AirPods" è stata rimossa senza un apparente motivo: in rete dilagano le ipotesi più disparate

0
168

Apple, via dallApp Store unapplicazione per ritrovare gli AirPods smarriti airpods 1 TechNinja

Nel corso degli anni, Apple ci ha abituato alle sue decisioni spesso, apparentemente, prive di senso: eppure, ogni volta, è inevitabile non storcere il naso di fronte all’ennesima notizia che riguarda la casa di Cupertino. Questa volta a pagare le conseguenza di un provvedimento preso da Apple sono stati un’applicazione e gli utenti che l’hanno acquistata, ma partiamo dall’inizio.

Le AirPods, disponibili dallo scorso dicembre, sono le nuove cuffie prodotte da Apple (di cui potete trovare qui la nostra recensione) e pensate in modo particolare per iPhone 7, dispositivo privo di entrata jack da 3,5 mm: sono cuffie wireless, capaci di collegarsi allo smartphone tramite Bluetooth. Proprio l’assenza del filo però, unita ad altre caratteristiche come il peso ridotto, le rende estremamente facili da perdere. Per ovviare a tale problema, Apple ha pensato a diverse soluzioni, tra le quali la possibilità di acquistare anche una sola cuffietta, alla “modica” cifra di 69 dollari più spedizione.

Apple, via dallApp Store unapplicazione per ritrovare gli AirPods smarriti finder TechNinja

Altri rimedi sono arrivati direttamente dagli utenti: è il caso di “Finder for AirPods”, un’applicazione disponibile su iTunes al costo di 3,99 dollari. Tale utility permette di ritrovare una o entrambe le cuffiette perse, basandosi sulle frequenze Bluetooth che provengono dalle stesse: in tal modo riesce ad indicare approssimativamente il luogo dove cercare. L’idea, per alcuni geniale, non è piaciuta però ad Apple, che ha deciso di rimuovere questo tool dall’App Store.

Tale decisione non è accompagnata da nessuna motivazione valida, almeno stando a quanto detto dal creatore di “Finder for AirPods”, che ha inoltre consigliato agli acquirenti dell’app di chiedere un rimborso ad iTunes. Apple si è limitata a dire che “l’applicazione non era appropriata per l’App Store”: inevitabilmente, già si sono sollevate molte voci che azzardano ipotesi di complotto, ma che purtroppo potrebbero avere un fondo di verità. Per molti infatti “Finder for AirPods” minaccerebbe agli interessi di Apple, che dalla vendita dei ricambi per le AirPods potrebbe generare profitti di non piccola entità.