Asus presenta ZenFone AR, lo smartphone votato alla realtà aumentata

Hardware da top di gamma e sistema fotografico proprietario rendono lo ZenFone AR lo "smartphone del futuro"

Asus presenta ZenFone AR, lo smartphone votato alla realtà aumentata download TechNinja

Per adesso, se si dovesse scegliere scegliere una regina del CES di Las Vegas, il titolo spetterebbe sicuramente ad Asus: attiva nel mondo dei notebook, dei computer desktop e degli smartphone, la società con sede a Taiwan ha inoltre presentato uno dei prodotti più innovativi (e meno attesi) dell’evento, lo ZenFone AR.

Lo Zenfone AR, che era già stato, per errore, annunciato ieri sul blog di Qualcomm,  società produttrice di processori per smartphone e, dopo la parentesi Intel, fornitrice anche di Asus, sarà il primo smartphone a supportare contemporaneamente Tango e Daydream, due piattaforme di Google dedicate rispettivamente alla realtà aumentata ed alla realtà virtuale. In particolar modo Tango (che era già presente sul Lenovo PHAB2 Pro) permetterà di sfruttare appieno le funzioni avanzate di alcune app: tramite una scansione ed una ricostruzione in 3D dell’ambiente circostante, lo smartphone potrà elaborare, ad esempio, un fotoinserimento utile in situazioni come il gaming o lo shopping.

Asus presenta ZenFone AR, lo smartphone votato alla realtà aumentata the asus zenfone ar is the second google tango based smartphone after the lenovo phab2 pro youtube TechNinja

L’hardware dello ZenFone AR è stato pensato per sfruttare al meglio tale tecnologia: sarà il primo smartphone dotato di 8 GB di memoria RAM (memoria volatile indispensabile per le operazioni real-time), un performante processore Qualcomm Snapdragon 821, ed un apparato fotografico di tutto rispetto, che ricorda per forma e posizione quello presente sui Lumia di qualche anno fa. ZenFone AR sarà infatti dotato del sistema TriCam, sviluppato dalla stessa Asus, e che comprende tre camere in comunicazione tra loro: un sensore fotografico da ben 23 Megapixel, un sensore di movimento ed uno per il rilevamento della profondità.

Anche il display è ottimizzato per i visori VR, grazie ad una importante diagonale da 5,7 pollici ed un pannello di tipo AMOLED. Il prezzo non è ancora noto, mentre vi è attesa per la presentazione di un nuovo  ZenFone top di gamma: si era parlato infatti di uno smartphone dotato di processore Snapdragon 835 e, visto che ZenFone AR monta uno Snapdragon 821, è quasi certo che Asus abbia ancora qualche asso nella manica.