L’assistente vocale di Galaxy S8 potrebbe essere integrato in tutte le applicazioni native

E’ abbastanza facile perdersi tra il mare di voci e speculazioni su quello che sarà il prossimo smartphone di punta in casa Samsung. Poche cose sono note al momento riguardo questo dispositivo tanto atteso, il che è abbastanza normale dal momento che si prevede un suo possibile lancio per il mese di aprile del prossimo anno. Ovviamente anche questa data approssimativa è frutto di speculazioni, sia chiaro.

Tuttavia, in mezzo a tutta questa confusione, alcune informazioni ufficiali riguardo l’assistente vocale dello smartphone, sono già emerse. La piattaforma che Samsung ha in mente è abbastanza ambiziosa. Essa unisce una forte intelligenza artificiale interna al sistema ed una serie di API aperte a sviluppatori di terze parti. Ora, una nuova fonte interna ha dichiarato che l’AI messa a punto da Samsung, attualmente conosciuta con il nome di Bixby, sarà basata su piattaforma Viv Labs (azienda acquisita da Samsung stessa, non più tardi di qualche mese fa).

Andando a studiare la descrizione del co-fondatore di Viv Labs, ci si può aspettare qualcosa di molto vicino a Siri, almento concettualmente, ma ancora più potente.
Le voci odierne sostengono che Bixby sarà integrato all’interno della maggior parte delle applicazioni native “made in Samsung”. Con annesso aggiornamento visivo di tutte le suddette app.

Sarà interessante vedere quindi il passaggio da S Voice (attuale assistente vocale di Samsung) ad, appunto, Bixby. Il primo avrebbe sicuramente avuto bisogno di una revisione più tempestiva e non è mai stato un elemento chiave sugli smartphone più recenti della società. Tuttavia, la crescente gamma di smartwatch della società è altamente dipendente da esso.