Samsung conosce il motivo delle esplosioni del Galaxy Note 7, ma non è disposto a condividere queste informazioni

L'azienda ha promesso di rilasciare un rapporto dettagliato sull'esatta causa delle esplosioni entro la fine di quest'anno, anche se al momento, Samsung non intende ancora condividere i risultati con il pubblico.

0
190
Galaxy Note 7

Dal lancio del Galaxy Note 7, Samsung, nel corso dei mesi, ha ritirato per ben due volte il dispositivo, fino ad eliminarlo del tutto dal mercato, a causa dei ripetuti episodi di esplosione della batteria. In un primo tempo, la società non è stata in grado di duplicare questi incidenti in laboratorio, ma un nuovo rapporto cambia lo stato dei fatti.

Samsung, infatti, ha detto di aver esattamente capito la causa dei problemi che hanno colpito la batteria del Galaxy Note 7, problemi che sono costati alla società una perdita di circa 5 miliardi di dollari, tra fatturato perduto e costi.

Samsung conosce il motivo delle esplosioni del Galaxy Note 7, ma non è disposto a condividere queste informazioni Schermata 2016 12 17 alle 01.11.53 TechNinja

Samsung dice di aver condiviso i risultati della sua indagine interna con UL e con il Korea Testing Laboratory; anche se l’azienda ha promesso di rilasciare un rapporto dettagliato sull’esatta causa delle esplosioni entro la fine di quest’anno, fino ad ora, la società non si è ancora sentita pronta a condividere questi risultati con il pubblico.

Un precedente rapporto aveva sottolineato come il design della batteria utilizzata sul Galaxy Note 7 potesse facilmente aver provocato sia esplosioni, che incendi. Sarà, forse, questa la causa scoperta da Samsung?

Se Samsung rispetterà i tempi previsti, manca davvero poco per mettere la parola fine a questa tormentata telenovela del Galaxy Note 7.