Samsung sembra riluttante a risarcire alcuni utenti di Note 7

0
84
Samsung Galaxy Note 7

Il flop legato al Galaxy Note 7 continua a riperquotersi nella “vita” quotidiana di Samsung. Il produttore ha di recente ingaggiato una equipe di avvocati della “Lee & Ko” per contrastare una class-action presentata da 2.400 consumatori coreani che hanno chiesto ? 500,000  (399€) per ogni attore. Il risarcimenti riguarderebbe il tempo ed il denaro spesi per la sostituzione dei terminali difettosi, così come il disagio psicologico verificatosi dopo gli incidenti.

Inoltre, lo studio legale deve difendere la società sudcoreana in altre 5 azioni legali individuali da parte di clienti che sostengono di aver subito danni fisici, tra cui ustioni e problemi respiratori a seguito delle batterie “esplosive” usate nnei loro Galaxy Note 7. Questi ultimi chiedeono complessivamente circa 35.800 dollari di risarcimento.

Uno dei suddetti utenti, ha dichiarato che Samsung avrebbe riufiutato di accollarsi la responsabilità ed addirittura, in un primo momento, accusato l’utente stesso di essere un “consumatore problematico”.
Tuttavia, la stessa società sembra sentire da vicino la propria colpa ed in una nota scritta presentata in tribunale si legge:

Abbiamo dato messo a disposizione degli utenti “Note 7” dei compensi adeguati. ricordiamo a tuttiche il ritiro di  tutti i prodotti risultati difettosi ci è costato più di 8,5 miliardi di dollari.

Ricordiamo che l’azienda ha offerto ai propri consumatori colpiti dalla vicenda, un coupon online del valore di 100.000 won (80 €) e la possibilità di acquistare la prossima generezione di S8 ad un prezzo dimezzato rispetto agli altri.