Huawei e il rifiuto di sviluppare i Pixel con Google

Colin Giles, vicepresidente di Huawei Consumer Business Group, spiega le motivazioni che hanno spinto Huawei a non collaborare con Google per la realizzazione dei nuovi Pixel.

0
125

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : Space required after the Public Identifier in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : SystemLiteral " or ' expected in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : SYSTEM or PUBLIC, the URI is missing in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

È notizia di questi giorni la spiegazione di Huawei per il rifiuto a collaborare con Google per la realizzazione dei nuovi Pixel.

Huawei e il rifiuto di sviluppare i Pixel con Google efvva 268x300 TechNinjaColin Giles (in foto), vicepresidente di Huawei Consumer Business Group, ha rilasciato, proprio in questi giorni, alcune dichiarazioni sul sito tedesco WinFuture.de riguardanti le motivazioni di questa scelta, tenuto conto che doveva essere proprio Huawei, forte della scorsa collaborazione con BigG per la realizzazione dei Nexus 6P, a produrre e sviluppare i nuovi Nexus, divenuti poi Pixel. Scelta, poi, ricaduta opportunamente su HTC.
Stando a quanto dichiarato, Huawei si sarebbe rifiutata di essere sede dei nuovi Pixel in quanto la loro realizzazione avrebbe comportato sia la scomparsa dei logo della famosa azienda cinese dalla scocca dei device, sia l’omissione del marchio dal nome dei terminali (di fatti, divenuti poi Google Pixel, senza alcuna citazione ad HTC) e tutto questo avrebbe colliso con le attuali politiche dell’azienda, che vive un momento di fortissima crescita di vendite nei mercati mondiali, e sarebbe stata, secondo la loro visione, una mancata pubblicità.

In realtà il tutto ha abbastanza senso, considerando che, stando alle ultime stime di Kantar relative alle vendite di smartphone nel penultimo trimestre di questo anno, Huawei detiene il record di vendite in Italia con una percentuale pari al 27.3%, battendo addirittura Samsung, fermo al 24.7%. L’intento dichiarato sarebbe, ora, puntare al mercato statunitense, e l’omissione del proprio marchio avrebbe potuto incidere negativamente.

Questa mancata collaborazione non ha intaccato i rapporti delle due aziende. Di fatti, si vocifera sul possibile prossimo debutto di un tablet Google marchiato Huawei, il quale sarebbe già in fase di sviluppo e, stando ai rumors, dovrebbe addirittura sviluppare l’ancora sconosciuta (e nuova) piattaforma Andromeda, che dovrebbe essere una sorta di fusione tra Android e Chrome OS, ma non è trapelata ancora nessuna notizia in merito.

Avrà fatto bene Huawei adottando questa politica? Non lo sappiamo, tenendo anche conto che gli ormai celebri Pixel siano due top di gamma di assoluta valenza ma, di sicuro, si può dire che Huawei abbia avuto un gran coraggio e questo è, quantomeno, apprezzabile.