Pericolo pubblicità invasiva tramite bot di Facebook Messenger

I bot introdotti per Messenger di facebook potrebbero essere impiegati ai fini pubblicitari e di spam

0
145

Dopo l’introduzione dei bot per Facebook Messenger, si rischia di trovarci invasi da messaggi autoprodotti e autoinviati ai soli fini commerciali, più comunemente detti spam.

Pericolo pubblicità invasiva tramite bot di Facebook Messenger images 300x117 TechNinjaÈ un rischio celato dietro l’angolo in realtà, dato che qualche azienda si è già mossa in questi termini. In breve, un bot è un programma computerizzato capace di accedere alla rete e  utilizzare canali nello stesso modo in cui questi vengono utilizzati dalla controparte “umana”. In pratica, l’emulazione di un’interazione umana, ma completamente computerizzata.

Facebook, proprietario di Messenger, non fa segreto del fatto che tali bot, appena introdotti, siano messi a disposizione di chiunque voglia utilizzarli, ponendoli come introduzione a un nuovo tipo di annuncio, un’innovazione che permetterà agli utenti di entrare in contatto direttamente col brand che ne sta usufruendo ai fini pubblicitari.
In pratica, un’azienda può ritenersi libera di inviare messaggi pubblicitari agli utenti, i quali possono interagire con gli stessi messaggi pubblicitari restando nell’ambito della piattaforma Messenger, sfruttando quest’ultima come mezzo di contatto col brand stesso.
L’unico punto a favore di noi utenti è che questo tentativo di spam non può avvenire nei casi in cui non sia stato l’utente stesso a entrare per primo in contatto col brand/azienda in questione che, in parole povere, significa che se un utente invia liberamente un messaggio via Messenger ad un’azienda, la stessa può usufruire del servizio di bot messo a sua disposizione da Facebook inc. per inviare messaggi automatici con fini promozionali.

Che si prospetti un futuro pieno di spam e di messaggi pubblicitari più o meno utili per tutti? Staremo a vedere.