Twitter down: facciamo il punto della situazione

TwitterDown: cos'è successo? Il social network è stato in down in tutto il mondo, insieme a WikiLeaks. Facciamo il punto della situazione.

0
71

Ancora un #TwitterDown a livello globale e in molti si chiedono perché è accaduto ciò, ma l’azienda tace, almeno al momento. Cosa è accaduto? Facciamo il punto della situazione.

Il down del social network è partito dalla costa Est degli Stati Uniti per poi estendersi, come è stato rivelato, a livello globale. Tantissime le segnalazioni da parte degli utenti di ogni parte del mondo, che si sono ritrovati bloccati nell’impossibilità di postare sul sito di microblogging più famoso in assoluto.

Twitter down: facciamo il punto della situazione twitter down TechNinja

La domanda, a questo punto, rimane sempre la stessa: cosa è successo a Twitter? L’azienda non risponde né alle tante domande degli users, che si sono riversati sull’account ufficiale di Facebook per chiedere delucidazioni in merito, né ai colleghi di Mashable, che hanno esplicitamente chiesto cosa sia accaduto. Insomma, la versione ufficiale ancora non è disponibile, dato che l’azienda rimane, almeno per il momento, in silenzio.

Ovviamente, in rete, iniziano a circolare le prime ipotesi. Naturalmente, c’è chi parla di attacco hacker come sempre accade in questi casi. Del resto, lo ricordiamo, siamo alla vigilia delle attesissime elezioni statunitensi e il confronto Trump-Clinton si fa più serrato che mai.

Del resto, la tesi è supportata dall’allarme lanciato da CIA e NSA, che parlano di un possibile attacco informatico da parte di hacker russi, il cui fine potrebbe essere quello della diffusione di documenti capaci di andare a compromettere il risultato del voto. Naturalmente, al momento, nessuna tesi è stata confermata, né smentita, dato che si è ancora nel momento in cui si avanzano ipotesi e nulla più.

Quello che sappiamo per certo è che alle 6.50 ora italiana è partito l’allarme e il blocco si è diffuso a macchia d’olio in quasi tutto il mondo. Altro particolare da sottolineare, dato che probabilmente è strettamente connesso all’accaduto, è che negli stessi istanti, anche il sito WikiLeaks era in down, così come annunciato dall’account ufficiale Facebook.