Il CEO di Samsung chiede ai dipendenti di mettere in discussione il proprio lavoro

0
148
samsung acquista tachyon

Kwon Oh-Hyun, CEO di Samsung, ha rilasciato una dichiarazione circa il modo in cui la società ed i suoi dipendenti, dovranno affrontare le difficoltà insorte in seguito alle recenti vicissitudini.
Il commento segue un periodo negativo per Samsung, a causa del flop di Galaxy Note 7, rilasciato ad agosto 2016.

Nel suo intervento, Kwon ha spiegato che l’azienda “deve utilizzare questa crisi come una occasione per riesaminare e migliorare accuratamente il modo in cui si svolge il lavoro, il modo di pensare all’innovazione ed il punto di vista dell’azienda sui propri clienti”.
Mr Kwon non ha fatto riferimento specifico a Note 7, ma a chiesto comunque ai dipendenti Samsung di valutare il proprio lavoro per chiedersi dove “abbiano sbagliato”. Qualche giorno fa, vi abbiamo parlato di come gli stessi dipendenti siano preoccupati della sorte del loro posto di lavoro, in seguito alla crisi recente. La società ha promesso di riprendersi dall'”affaire Note”, che ha avuto anche un forte impatto finanziario sul terzo trimestre del 2016.

Fortunatamente per Samsung, la società non produce solo smartphone. I business più remunerativi infatti riguardano la produzione dei display (il 95% dei pannelli OLED è a marchio Samsung). Anche i campi dei semiconduttori, i chipset ed i moduli di memoria sono un mercato molto florido per la società coreana. Ricordiamo che Samsung ha un vantaggio tecnologico di 18 mesi rispetto alla maggior parte dei concorrenti, nel campo delle DRAM.