Class action contro Samsung per i danni del Note 7

Parte l'azione legale congiounta contro Samsung per i danni causati dalle esplosione dei dispositivi Galaxy Note 7.

0
71
samsung galaxy note 7

Class action contro Samsung per i danni del Note 7 samsunggalaxynote7 TechNinja

Partono le azioni legali contro Samsung per i danni causati dal galaxy Note 7 e dalle ormai note esplosioni. Secondo le fonti ufficiali coreane, sarebbero ben 527 le persone che, solo nella Corea del Sud, avrebbero deciso di fare causa a Samsung.

Sembra che ognuno degli ex clienti di Samsung voglia un risarcimento pari a 500 dollari (cifra destinata sicuramente ad aumentare) per i danni collaterali causati dalle esplosioni. C’è chi avrebbe perso delle importanti foto di famiglia ormai impossibili da recuperare, ma le richieste non finiscono qui.

C’è chi ha dovuto perdere l’aereo e ricomprare i biglietti per tornare indietro e abbandonare lo smartphone (ricordiamo che le maggiori compagnie aeree internazionali non consentivano di portare il dispositivo con sé nemmeno spento).

C’é anche chi ha dovuto fare 300 chilometri in macchina per poter restituire lo smartphone al centro di assistenza più vicino.

In ogni caso, gli analisti dicono che Samsung nel Paese di origine potrebbe cavarsela con poco. Ben diversa sembra essere la situazione che si prospetta per gli Stati Uniti.

Negli States, oltre a sborsare milioni di dollari, Samsung potrebbe avere problemi con il sistema e con gli stessi organi di garanzia che hanno bloccato il dispositivo negli aeroporti, perdendo così un mercato importante come quello americano.

Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi sulle vicende sudcoreane, per capire cosa riserva il futuro a Samsung, che starebbe già pensando al nuovo dispositivo.