LG V 20: si graffia, si piega, si brucia? Ecco i risultati dei test

Vediamo LG V20 sottoposto a vari stress test. Come si comporta il device quando viene a contatto con chiavi, monete, con una piccola fiamma e come supera il bend test? Ecco i risultati.

0
127
LG V20

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : Space required after the Public Identifier in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : SystemLiteral " or ' expected in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): Entity: line 1: parser error : SYSTEM or PUBLIC, the URI is missing in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//DTD HTML 2.0//EN"> in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: simplexml_load_string(): ^ in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider_API.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.techninja.eu/home/wp-content/plugins/wpmoneyclick/classes/providers/affiliate/WPMoneyClick_AmazonProvider.class.obf.php(2) : eval()'d code on line 2

Ultimamente si parla molto di LG V20 e, pertanto, lo youtuber JerryRigEverything ha voluto sottoporre il device a diversi test, torturandolo un po’ e vedendo come reagisce. Dato che ultimamente molti smartphone stanno esplodendo, provocando dei mini roghi, lo youtuber ha sottoposto il V20 anche a uno specifico test, per cercare di capire se prende fuoco con facilità o meno.

Dopo aver rimosso la pellicola protettiva per lo schermo, il ragazzo passa all’opera, cercando di graffiare il pannello che, però, risulta essere abbastanza resistente ai possibili graffi di monete o chiavi con le quali potrebbe accidentalmente venire a contatto. Quello che però incuriosisce è la reazione della plastica attorno allo schermo che potrebbe graffiarsi molto pià facilmente.

Le parti in metallo, tra cui la griglia altoparlante e i tasti, sono abbastanza robusti, mentre il pannello posteriore, sempre in metallo, pur essendo molto resistente, tende a graffiarsi con oggetti quali le chiavi, che si trovano in qualsiasi borsa. E l’obiettivo della fotocamera come si comporta? Questa ha una copertura di protezione che potrebbe potenzialmente distruggersi se ci sono delle piccole abrasioni ma, utilizzando l’obiettivo per il riconoscimento delle proprie impronte, questo continua a funzionare.

Per quel che concerne il bend test, si vede che il dispositivo sembra flettersi leggermente più del precedente modello, ma non si rompe facilmente: sebbene durante il test la scocca posteriore si sia leggermente aperta, facendo intravedere la batteria, il telefono risulta essere perfettamente funzionante.

E il burn test che ci dice? L’uomo prende un accendino e lo dirige verso lo schermo per qualche secondo. Nel punto di contatto con la fiamma, il pannello diventa nero ma, dopo qualche istante, continua a essere funzionante.