Spotify: malware risolto

Problema risolto su Spotify: ecco come.

0
101
spotify

Spotify: malware risolto Spotify TechNinja

Spotify ha annunciato ufficialmente di aver risolto il bug che installava in automatico un pericoloso malware nei computer Mac. Windows e Linux. Il problema si presentava solo nella versione gratis per desktop, dato che il virus era direttamente collegato al sistema pubblicitario di Spotify, assente nella versione a pagamento.

Il merito alle dimensioni del contagio, Spotify ha dichiarato che solo una minima percentuale di utenti ha dovuto formattare il computer per via del malware che circolava nella versione gratuita della piattaforma di musica in streaming.

Il virus si diffondeva presentando un pop up pubblicitario. L’utente cliccava per toglierlo e avviava direttamente l’installazione del virus, senza poter tornare indietro. Spotify non ha fatto sapere come il virus sia entrato nella piattaforma in streaming e perché abbia colpito solo dove si trovavano gli annunci pubblicitari.

Le fonti ufficiali si sono limitate a dire che Spotify ha trovato la fonte del problema e ha risolto senza perderci troppo tempo. In ogni caso, la piattaforma ha garantito monitoraggio costante anche in queste ore, per intervenire nel caso di ulteriori sviluppi.

Spotify non è il primo servizio online che subisce un attacco malware: Yahoo è già stato colpito due volte, per Spotify questo è il secondo caso (dopo quello del 2011) e sono state colpite anche testate internazionali come BBC e New York Times.

Insomma, l’unico modo per essere sicuri che non ci siano virus su Spotify, oltre alle fonti ufficiali, è acquistare la versione Premium, visto che la società non ha bloccato gli ads online.