Apple evade tasse americane per 65 miliardi di dollari

Da un accertamento sarebbero emersi soldi inviati all'estero.

Apple evade tasse americane per 65 miliardi di dollari apple TechNinja

Per Apple un’altra cattiva notizia dal punto di vista fiscale. Dopo gli accertamenti portati avanti dall’Unione Europea, a cui Apple dovrebbe 13 miliardi di euro e i problemi con il Giappone sempre per una questione di recupero crediti sempre come tasse, ora anche negli Stati Uniti, patria di Apple, ci sarebbero delle imposte non pagate.

Queste farebbero riferimento all’anno 2015. Secondo gli studi americani, Apple avrebbe utilizzato delle società off-shore per un valore di quasi 219 miliardi di dollari. Secondo lo studio, se lo Stato avesse saputo in anticipo di quel denaro, Apple avrebbe pagato tasse pari a quasi 65 miliardi di dollari.

Apple evade tasse americane per 65 miliardi di dollari apple irlanda TechNinja

Per questo, ora il governo degli Stati Uniti chiede ad Apple di pagare le tasse evase. Al momento, la società di Cupertino non ha rilasciato dichiarazioni in merito a questa notizia, ma è probabile che Apple punti a fare ricorso, come è successo con l’Unione Europea.

In questo caso, però, sarà difficile non pagare gli importi se saranno dovuti. Gli Stati Uniti sono il primo mercato per Apple e anche quello più importante. Quindi, se scoppiasse lo scandalo, Apple potrebbe avere problemi per promuovere i suoi prodotti sul mercato.

I fondi evasi sarebbero spuntati, secondo i rumors, proprio dalle vendite dell’iPhone 7. Gli introiti sarebbero partiti dalle società off-shore verso la sede centrale di Apple. Per il fisco americano, quindi, non ci sarebbero stati problemi a scoprire il problema, che, però sarebbe spuntato solo oggi dopo un anno.