iPhone esplode, ma non era un iPhone 7

iPhone 6 Plus esplode in tasca a uno studente.

iPhone esplode, ma non era un iPhone 7 iphone 6s TechNinja

Si susseguono i casi di smartphone che esplodono per via di un problema alla batteria. Il terzo caso per il mondo iPhone riguarda, però, non un iPhone 7, ma un vecchio iPhone 6 Plus. Il caso sarebbe scoppiato in una scuola.

Il giovane studente aveva l’iPhone nella tasca posteriore dei pantaloni e, a un certo punto, ha sentito bruciore vicino alla gamba. Quando si è reso conto, aveva i pantaloni che stavano andando a fuoco!

Il caso desta scalpore perché, secondo il malcapitato protagonista, la batteria non era inserita nel dispositivo perché non funzionava. Quindi, non si capisce come il dispositivo sia stato avvolto dalle fiamme nel giro di secondi.

Il giovane ha dichiarato di avere il dispositivo di Apple da sei mesi e che aveva sentito un rumore prima dello scoppio, ma non ci aveva fatto caso. Secondo le indicazioni di Apple, il dispositivo non dovrebbe essere sotto pressione, per evitare danni.

Probabilmente, questa volta, non si tratterebbe di un guasto tecnico imputabile al dispositivo, ma quanto di un comportamento scorretto nell’uso dello smartphone iOS. Solo pochi giorni fa, era apparsa la notizia che anche i tablet potessero essere oggetto di esplosioni.

L’ultimo caso sarebbe quello di un tablet Samsung usato in volo: il dispositivo era stato poi ritrovato bruciato e spezzato in due. Insomma, l’allarmismo c’è, ma se ci sono comportamenti sbagliati nell’uso di un dispositivo, non stupisce che questo possa scoppiare da un momento all’altro.

Segui il buonsenso e il manuale di istruzioni per evitare incidenti con lo smartphone!