La Cina commette un grande errore accusando Samsung di “discriminazione di richiamo” dei Galaxy Note 7

In Cina, infatti, i Galaxy Note 7 non hanno mai avuto problemi relativi alla batteria.

0
85

Il governo cinese ha rimproverato Samsung per quella che potrebbe essere chiamata una “discriminazione di richiamo“. L’emittente televisiva dello stato cinese, CCTV, ha accusato Samsung di essersi dimostrata arrogante, discriminando la Cina e non ricordando le unità di Galaxy Note 7 spedite proprio ai consumatori cinesi.

La cosa che stupisce, però, è che le unità di Galaxy Note 7 destinate alla Cina non sono mai state richiamate e non perché Samsung fosse prevenuta verso il governo cinese ma, semplicemente, perché era l’unico mercato in cui le unità originali contenevano già batterie sicure prodotte in Cina. Le unità di Galaxy Note 7 cinesi, infatti, sono realizzate da Amperex Technology Limited e sono le medesime in uso nella nuova versione “sicura” del Galaxy Note 7.

La Cina commette un grande errore accusando Samsung di discriminazione di richiamo dei Galaxy Note 7 China makes big mistake by accusing Samsung of recall discrimination over the Galaxy Note 7 TechNinja

Le batterie esplose sono state realizzate dalla divisione SDI di Samsung e sono state prodotte in Vietnam e Corea del Sud, mentre le unità di Galaxy Note 7 cinesi non hanno bisogno di essere menzionate perché contengono già batterie sicure.

Ad onor del vero, due unità di Samsung Galaxy Note 7 hanno preso fuoco in Cina ma, secondo Samsung e ATL, la causa non era imputabile alla batteria. Probabilmente, la fonte di questa confusione è nata da un rapporto che raccontava di 1.858 unità di Samsung Galaxy Note 7 di prova, con la batteria potenzialmente letale all’interno, richiamate in Cina. Queste, però, erano solamente unità di prova e sono tutte state restituite a Samsung senza problemi.

L’azienda coreana ha ribadito sul suo sito web cinese che i telefoni Samsung Galaxy Note 7  in Cina sono sicuri.