Samsung Galaxy Note 7 è ancora popolare in Corea del Sud, nonostante il richiamo globale

Alcuni rivenditori coreani stimano che Samsung venderà circa 20.000 telefoni durante il nuovo esordio.

Nonostante il richiamo globale dei Galaxy Note 7 sia ormai iniziato all’inizio di questo mese, non tutti le potenziali unità difettose sono state restituite dai clienti. Tuttavia, Samsung spera di chiudere il programma di scambio Galaxy Note 7 entro l’inizio di novembre, quando le vendite dello smartphone dovrebbero riprendere in tutto il mondo.

Dopo una serie di notizie negative sullo smartphone di punta di Samsung, ci sono finalmente anche buone notizie. Secondo i media coreani, infatti, il Galaxy Note 7 resta popolare tra i clienti nel suo paese di origine.

Tutti e tre gli operatori più importanti della Corea del Sud (SK Telecom, KT e LG Uplus) hanno recentemente ripreso l’attivazione delle unità vendute di Galaxy Note 7 tramite i pre-ordini del mese scorso. Circa 16.000 phablets sono stati attivati nel paese e questo è un grande numero per un nuovo smartphone in commercio in Corea del Sud.

Samsung Galaxy Note 7 è ancora popolare in Corea del Sud, nonostante il richiamo globale Galaxy Note 7 to Feature Gorilla Glass 5 Near Indestructible Screen 1 TechNinjaPiù di 400,00 unità di Galaxy Note 7 erano state vendute attraverso i pre-ordini in Corea del Sud a partire dal 19 agosto, ma il 20-30% devono ancora essere attivate.

Un rivenditore autorizzato ha riferito che

I consumatori non sembrano avere un’antipatia particolare verso il Galaxy Note 7. Sembrano piuttosto insensibili ai casi di richiamo.

In Corea del Sud, esattamente il 73% dei Galaxy Note 7 venduti prima del 15 settembre è già stato scambiato; circa 23.000 unità sono state scambiate il 28 settembre, ma c’è ancora tempo affinchè tutti i clienti restituiscano le loro unità difettose.

Secondo Samsung, la vendita del nuovo (e sicuro) Galaxy Note 7 dovrebbe riprendere il 1° ottobre, ma solo in Corea del Sud.