FIFA 17. EA spiega come viene calcolato il rating di ogni singolo calciatore.

Un po' di numeri per sapere come funziona il sistema di rating dei giocatori, in attesa dell'uscita del gioco.

Ogni anno, con l’avvicinarsi dell’uscita del gioco, la discussione sui rating (punteggi e caratteristiche) dei calciatori si fa sempre molto animata. EA, quindi, ha deciso di fare un po’ di luce su come si arriva a ottenere un determinato risultato.

FIFA 17. EA spiega come viene calcolato il rating di ogni singolo calciatore. FIFA17 1 TechNinja

ESPN ha intervistato la persona che si prende ogni anno la responsabilità dei rating dei calciatori: Michal Mueller-Moerhring, uno dei produttori di EA Sports.

Mueller-Moehring spiega nell’intervista come riesce a generare e a verificare circa 5.4 milioni di dati, basati su 700 club e 18000 calciatori presenti in FIFA 17 partendo dalla domanda più interessante: come si classifica un calciatore sconosciuto che viene comprato da un club di calcio conosciuto in tutto il mondo?

Si inizia con delle congetture, prima che una rete composta da oltre 9000 utenti analizzi le abilità del giocatore, lo guardi giocare e aiuti nell’assegnargli vari parametri. Vengono chiamati data reviewers e sono allenatori, scopritori di talenti e molti abbonati (alle partite).

Una volta che queste persone sottopongono le proprie opinioni su questo o quel giocatore, i loro feedback sono salvati su un sito web di EA Sports con standard di sicurezza elevati. I dati raccolti sono poi gestiti da 300 editori che li distribuiscono in 300 campi e 35 categorie di attributi. EA utilizza questi dati in congiunzione con le proprie statistiche (provenienti da altre agenzie) e quindi determina i ratings.

Il resto dell’intervista spiega anche come non ci possa affidare al 100% ai ratings in quanto i giocatori tendono ad essere comunque imprevedibili.