La Germania ordina a Facebook di non raccogliere dati sugli utenti di WhatsApp

Ancora problemi riguardo la privacy coinvolgono Facebook!

0
61

Brutte notizie per Mark Zuckerberg: la Germania ha infatti ordinato l’immediato stop della raccolta e la memorizzazione di dati sugli utenti che utilizzano WhatsApp. Il provvedimento è il primo nel suo genere e rappresenta la prima sfida che la società di Palo Alto è costretta ad affrontare da quando è stata annunciata tale feature.

La Germania ordina a Facebook di non raccogliere dati sugli utenti di WhatsApp %name TechNinja

In un comunicato pubblicato nella giornata di martedì, il garante della privacy tedesco ha dichiarato che la condivisione tra le due piatta forme (appartenenti alla stessa proprietà) costituisce “una violazione del diritto nazionale sulla protezione dei datiDa parte sua Facebook aveva assicurato, tramite il co-fondatore  WhatsApp, che l’acquisizione dell’app non avrebbe compromesso la privacy degli utenti.
Johannes Caspar, commissario per la protezione dei dati di Amburgo, ha fatto eco alle preoccupazioni sorte martedì, dicendo che Facebook non ha “ottenuto una approvazione” del  cambiamento di politica da parte degli utenti di WhatsApp.
Caspar ha anche espresso le sue perplessità circa il fatto che il social network possa raccogliere dati su una così vasta quantità di utenti, compresi quelli presenti in rubrica (e su WhatsApp) che però non sono connessi a Facebook.

“Quest’ordine amministrativo protegge i dati di circa 35 milioni di utenti che usano l’applicazione in Germania“, ha affermato Caspar, “la decisione di collegare il proprio account a Facebook deve autonoma e quest’ultima avrebbe dovuto chiedere il permesso in anticipo. Ma ciò non è avvenuto.

La Germania ordina a Facebook di non raccogliere dati sugli utenti di WhatsApp facebook whatsapp deal 1200 80 min TechNinja

Ad una domanda di chiarimento, nessuno dei portavoce di Facebook ha voluto fare dichiarazioni al riguardo.