Galaxy Note 7: controlli in Corea del Sud

Nuovi controlli alle batterie dei nuovi Galaxy Note 7 direttamente dal Paese produttore.

Galaxy Note 7: controlli in Corea del Sud galaxy note 7 1 TechNinja

La Corea del Sud, Paese dove Samsung ha la sede principale, ha chiesto ufficialmente alla società di provvedere con i nuovi Galaxy Note 7. La prima richiesta è stata prolungare la garanzia e il periodo utile per poter chiedere il rimborso per eventuali dispositivi difettosi ancora non consegnati agli store. Il periodo di garanzia era finito in questo Paese lo scorso Lunedì 19 settembre.

Nella stessa richiesta, il Paese ha chiesto a Samsung di informare gli utenti sulla possibilità di ottenere un rimborso completo alla consegna del dispositivo. La seconda richiesta è stata fare dei controlli incrociati sui nuovi Galaxy Note 7 in uscita, in modo da essere sicuri sui dispositivi prima dell’uscita sul mercato.

Ogni batteria, prima di essere montata sui nuovi dispositivi, passerà prima sotto i raggi X e poi sarà testata. Infine, Samsung potrà inserirla in sicurezza sullo smartphone Android, per mettere poi il cellulare sul mercato.

Al momento, queste disposizioni sono presenti solo in Corea del Sud, ma gli altri Paesi si stanno già attrezzando, oltre al fatto che anche Samsung si sta dando da fare per risolvere la situazione quanto prima.

Mentre c’è stato il ritiro di tutti i dispositivi difettosi e la relativa sostituzione in negozio, negli Stati Uniti si è provveduto alla certificazione e alla notifica di lasciare il dispositivo al negozio Samsung più vicino.

In Italia, puoi chiedere al servizio di assistenza di Samsung per sfruttare la garanzia sul Galaxy Note 7. Non ci resta che aspettare la nuova generazione per il riscatto di questo dispositivo.