Galaxy Note 7: ritiro e nuovi modelli già in vendita negli USA

Nuove strategie di Samsung per risolvere la questione della batteria che esplode nel Galaxy Note 7.

Galaxy Note 7: ritiro e nuovi modelli già in vendita negli USA samsung galaxy note 7 3 TechNinja

Dopo l’esplosione delle batterie dei Galaxy Note 7, Samsung ha provveduto con una serie di iniziative, soprattutto negli Stati Uniti. Il primo passo è stato il ritiro dal mercato di 2,5 milioni di dispositivi pronti alla vendita. Il secondo è stato fare i comunicati stampa e inserire lato software l’icona verde per la batteria e il quadrato nero sulla confezione.

Infine, c’è stato un accordo con Google per il Galaxy Note 7. Ora, ci sono due novità, in vista del nuovo rientro sul mercato dei nuovi dispositivi con batteria rinnovata (Samsung ha provveduto, ovviamente, a cambiare fornitore). Chi si dimenticasse di sostituire il dispositivo difettoso e si trovasse negli Stati Uniti, riceve automaticamente una notifica sullo smartphone di Samsung.

Galaxy Note 7: ritiro e nuovi modelli già in vendita negli USA galaxy note 7 samsung TechNinja

Il messaggio riporta il sito di Samsung e il numero del servizio clienti americano. Non è tutto. In occasione dell’arrivo dei nuovi dispositivo, Samsung ha ottenuto la certificazione dalla Commissione USA per i consumatori, che autorizza la vendita di tutti i dispositivi tecnologici dopo aver verificato l’assenza di difetti e garantisce sulla salute degli utenti.

Dopo questa approvazione, Samsung ha annunciato di aver già messo sul mercato americano circa 500mila Galaxy Note 7 nuovi e senza alcun difetto di fabbrica. Non resta che aspettare che i nuovi dispositivi arrivino sul mercato europeo. Ricorda che puoi sempre far verificare il tuo Galaxy Note 7 e farlo sostituire con un nuovo dispositivo sfruttando la garanzia presso i rivenditori autorizzati. Cosa ne pensi di questa soluzione di Samsung? Basterà per salvare il dispositivo dai problemi derivati dalla batteria esplosiva?