Pokémon Go fa scuola: anche Sony decisa ad entrare nel mobile gaming

Ecco la nuova strategia che ha in mente la casa giapponese leader nel mondo dei videogiochi!

Guardando il successo ottenuto da Nintendo e dal suo Pokémon Go, Sony ha deciso di entrare in modo “aggressivo” nel mondo del mobile gaming, parole del CEO Kaz Hirai.
“E’ un bel passaggio quello che ci può portare dall’essere presenti solo nel business del gioco basato su console a quello per i telefoni cellulari”, ha dichiarato Hirai al Finalcial Times durante IFA 2016.

I commenti dell’amministratore delegato della società nipponica evidenziano l’accettazione di un altro grande produttore di console, sull’inevitabilità di fare del mobile gaming una piattaforma necessaria. Nintento stessa si ear opposta per anni alle richieste degli investitori che spingevano in tal senso, per poi cambiare idea prima rilasciando Miitomo e poi Pokémon Go. 

Va detto tuttavia che Nintendo è solo proprietario di una parte della società che pubblica il gioco, non è ne il solo publisher ne tanto meno lo sviluppatore.
Ricordiamo che Sony è stata presente nel mondo del mobile gaming per quasi 12 anni, con la prima PSP, ma non ha mai dato vita a titoli veri e propri o degni di essere chiamati tali.