Ecco Bamboo, il robot-panda di Microsoft prodotto con Intel Joule

Due settimane fa Intel ha presentato Joule un modulo per la creazione di dispositivi legati al mondo del cosiddetto Internet of Things (Internet delle Cose). Il dispositivo si basa su un processore Atom T5500 o Z7500, a seconda delle varianti, che supporta i sistemi operativi LinuxWindows 10.

Proprio grazie al modulo sopracitato Microsoft ha dato vita a Bamboo, un robot-panda che usa come sistema operativo una versione di Windows 10 chiamata IoT Core, dedicata proprio a dispositivi di questo tipo.

Il robot è in grado di tradurre qualsiasi lingua in inglese e capire l’umore degli utenti attraverso ciò che pubblichiamo su Twitter. Queste operazioni vengono effettuate sfruttando i servizi offerti da Microsoft Azure e i Cognitive Service.
Ma non solo, Bamboo può anche spostarsi da solo e creare una mappatura 3D dell’ambiente che percorre e lo circonda, grazie alla camera Intel RealSense.

Lo scopo di questo prodotto, in realtà, è quello di mostrare a sviluppatori e designer le potenzialità della piattaforma e del sistema operativo.