Always On: disputa di Motorola contro Samsung su Twitter

Rilancio di accuse tra Motorola e Samsung: il motivo del contendere una funzione sul Galaxy Note 7.

Motorola ha accusato Samsung di aver copiato la funzione Always On sul nuovo Galaxy Note 7. L’accusa arriva direttamente dal profilo Twitter di Motorola negli Stati Uniti ed è direttissima. “In quale Galassia si può rubare una funzione della concorrenza?” è il tweet tradotto dall’inglese. Secondo Motorola, infatti, la funzione Always On era già stata realizzata su un proprio smartphone Android e, quindi, Motorola sarebbe l’unica azienda ad avere il diritto di usare questa funzione. I problemi che emergono da questa discussione sono due: la funzione che mantiene parte dello schermo acceso per dare qualche informazione interessante (batteria, orario, condizioni meteo) è molto apprezzata dagli utenti, ma c’è di più. Motorola, in realtà, sarebbe la terza società a usare questa funzione, non ne avrebbe il brevetto e quindi l’accusa non avrebbe molto fondamento. I più esperti tra i rumors hanno notato che la stessa funzione è sì presente in alcuni dispositivi di Motorola, ma prima ancora si trovava in dispositivi Nokia e persino Lumia. In questo modo, è un po’ difficile stabilire chi abbia la paternità dell’invenzione e, prima di parlare, sarebbe necessario magari disporre di un brevetto o qualcosa del genere. Anche se il Galaxy Note 7 ha questa funzione, quindi, difficile parlare di plagio, ma piuttosto di un’opzione in più, che tra l’altro Samsung aveva usato senza compromettersi sui social network anche sull’S7 e sull’S7 Edge. Cosa ne pensi di questa trovata di Motorola? Potrebbe essere vero, oppure una semplice manovra pubblicitaria per la società americana?