Apple perde causa, ma risparmia 625 milioni di dollari

Un giudice "benevolo" permette un grosso risparmio alla Apple. Vediamo il perché.

I cosiddetti “patent troll” sono delle aziende che intentano cause a grosse multinazionali, in questo caso Apple, sfruttando la confusione che c’è intorno a brevetti di qualsiasi genere. VirnetX, l’azienda che ha fatto causa alla casa di Cupertino, nonostante abbia vinto la causa, non riceverà il risarcimento che il primo giudice aveva deliberato.

Questione di ‘verdetto improprio’

Ad annullare la sentenza per la violazione relativo all’utilizzo del protocollo VPN con iMessage Facetime, è stato il giudice distrettuale texano Robert Schroeder. Quest’ultimo ha dichiarato che il precedente giudizio che prevedeva il risarcimento di 625 milioni di dollari è da considerarsi “improprio”. La motivazione è semplice, i giurati sarebbero stati fuorviati da una serie di riferimenti appartenuti ad un caso precedente a questo in cui VirnetX aveva chiesto il blocco delle suddette applicazioni Apple, perdendo però la causa.

Schroeder ha dichiarato inoltre che si dovranno effettuare due procedimenti diversi relativi alle due app, separando di fatto i futuri verdetti.

Apple perde causa, ma risparmia 625 milioni di dollari Sincronizzare iMessage 2 TechNinja

Ricordiamo che VirnetX sfrutta il proprio portafoglio di brevetti per citare in giudizio altre imprese di successo, senza poi effettivamente realizzare nessun prodotto. A seguito di quest’ultima sentenza di annullamento le azioni della società sono scese del 44,6%.